eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

venerdì 15 luglio 2022


«Pesche, prezzi come non si vedevano da tempo»

Le principali problematiche che si notano presso gli stand dei mercati all’ingrosso sono dovute all’aridità che colpisce le produzioni facendole maturare contemporaneamente. Questo sta provocando dei buchi produttivi tra una coltura e l’altra nonostante le programmazioni scaglionate. 

Lo riporta a IFN l’azienda Gold Frutta che opera nel mercato ortofrutticolo di Genova. “Sul fronte frutta – spiegano dall’azienda - le pesche si trovano in quantità irrisorie a causa del maltempo e di conseguenza i prezzi sono alti: oscillano da 1 a 2,50 al chilogrammo e anche oltre. Era veramente molto tempo che non si vedevano prezzi simili”.



“Le albicocche seguono invece una produzione tutto sommato normale con quotazioni che vanno da 1 a 3 euro, dipende dalle varie provenienze. Le referenze siciliane sono quotate attorno a 1,50 al kg, le campane 1 euro, mentre le piemontesi da 2,50 a 2,80 euro al kg”.
I consumi non sono entusiasmanti: “Si sono ridotti perché il consumatore deve fare i conti con il portafoglio e quando vede certi prezzi sulla bilancia del supermercato gli viene male. Anche i calibri piccoli finiscono per influire sugli acquisti, allontanando il potenziale consumatore dall’acquisto”.

I meloni vanno a periodi. “Ci sono settimane con più affluenza di prodotto e altre meno, ma non manca mai e viene bene assorbito. I prezzi vanno da 1 a 1,80 euro al kg. Inaspettatamente per i consumi soffrono di più le angurie – fa sapere Gold Frutta – e le quotazioni oscillano tra i 35 e i 70 centesimi, prezzi accettabili che variano in base alle provenienze”. Le fragole invece vivono un momento di stallo: “C’è poca merce e proviene dal Trentino”.



A risentire della calura anche gli ortaggi: “Il prodotto che è riuscito a resistere di più, per ora è il pomodoro: tra le tipologie che si vendono meglio il ciliegino, datterino e piccadilly con quotazioni rispettivamente di 1,50, 2 e 1 euro al kg”:  

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: