eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

giovedì 30 giugno 2022


«Mercato piatto, mancano pesche e percoche»

“Al momento il mercato è piuttosto piatto con pochi volumi per tutti i prodotti in generale ma soprattutto per le pesche gialle e le percoche”. A dirlo a IFN è Pino Lucatorto, rappresentante di Fedagromercati al Mercato ortofrutticolo di Bari.

A determinare la scarsità dei volumi sono in particolare le forniture spagnole quasi azzerate: “Considerati i problemi metereologici che hanno dovuto affrontare i produttori spagnoli in questi ultimi mesi, le quantità di prodotto in arrivo sono davvero ai minimi storici – commenta Lucatorto – sui banchi c’è solo il prodotto italiano che finalmente si vende ma i volumi sono davvero troppo ridotti”.
Le pesche italiane sono commercializzate nella fascia prezzo 1,50/2 euro al chilogrammo.



Iniziano invece a sviluppare volumi importanti le angurie locali, coltivate tra Brindisi e Lecce. 
“Abbiamo una grandissima produzione, sicuramente aiutata anche dal caldo – commenta il rappresentate di Fedagro Bari – i frutti di categoria extra raggiungono quotazioni pari a 0,60/0,70 euro al chilogrammo”.



In sofferenza invece gli ortaggi siciliani, giunti ormai a fine campagna. “La qualità non è più ai massimi livelli e i prezzi sono in calo – sottolinea Lucatorto – il ciliegino ad esempio lo stiamo vendendo a 0,80/2 euro al chilogrammo a seconda della qualità”.
Per i peperoni si registra un mercato abbastanza ‘carico’ in cui inizia ad affacciarsi anche il prodotto campano: “Se il prodotto siciliano lo collochiamo a 0,80/1 euro al chilogrammo, quello campano raggiunge anche 1,50 euro al chilogrammo”.

E’ sempre più difficile la situazione delle ciliegie pugliesi, che fanno i conti con calibri piccoli e grossi volumi dall’offerta frazionata. “Le vendiamo nella fascia prezzo 1,20/1,50 euro al chilogrammo – conclude Lucatorto – si tratta di quotazioni davvero basse, spesso non vale neanche la pena investire nella raccolta”.

In apertura foto generica del mercato ortofrutticolo di Bari

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: