eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

giovedì 16 giugno 2022


Frutticoltura, un’app per migliorare la competitività

Poter disporre di dati certi e aggiornati è tra le risorse più preziose per i produttori del settore agricolo, soprattutto se le aziende sono in fase di sviluppo. A correre in loro aiuto oggi c’è Info-Cso, un'app sviluppata dal centro servizi ortofrutticoli Cso in collaborazione con il dipartimento di scienze e tecnologie agro-alimentari dell'università di Bologna.

In particolare, Info-Cso è un progetto pensato per poter rendere fruibili al mondo produttivo informazioni che possano aiutare a migliorarne la competitività, come quelle relative alla situazione delle superfici delle diverse colture. “Capire dove stiamo andando, l’entità degli abbattimenti, i nuovi investimenti, nonché il calcolo del potenziale produttivo di una coltura sono sicuramente fra le informazioni che verranno trattate” spiegano dal Cso a IFN.



Un focus particolare sarà dedicato alla ricerca varietale, grazie all’analisi dei catasti dei soci del Cso: i dati riportati saranno utili per valutare in che direzione sta andando il mercato.
“Per quanto riguarda in particolare il calendario di raccolta delle pesche e nettarine, sarà disponibile un calendario previsionale di tutta la campagna relativo alle entrate di prodotto dalle varie regioni italiane – commentano dal Cso - Successivamente per tutta la durata delle raccolte, questo calendario sarà aggiornato con cadenza settimanale e saranno rese disponibili le previsioni di entrata di raccolto nelle due settimane successive alla settimana di riferimento dell’aggiornamento”.

Tutte le previsioni di produzione del Cso sono elaborate in anticipo rispetto alle raccolte e questi rimangono i dati di riferimento, fino al calcolo del consuntivo di produzione. “Eventi climatici avversi che possono influenzare una determinata coltura in senso generale evidenziano solitamente i propri effetti già prima dell’elaborazione delle previsioni di produzione – commentano dal Cso - Ne è un prova la grande gelata del 2021, che ha messo in ginocchio sia le colture estive che quelle autunno-invernali tra la fine di marzo e l’inizio di aprile e quindi le previsioni ne hanno potuto tenere conto. Chiaramente se dopo l’elaborazione delle stime avviene un evento catastrofico, solitamente cerchiamo di darne un aggiornamento”.



L’app raccoglierà anche i prezzi delle diverse produzioni e le informazioni relative a vendite e giacenze della Gdo. Per la raccolta prezzi, la metodologia dipende dallo stadio della filiera in oggetto di studio. 
Per la fase alla produzione, sono raccolti i dati delle diverse camere di commercio e si rendono fruibili agli utenti, evidenziando i confronti con le precedenti settimane e con le stesse settimane degli anni precedenti. “Renderemo poi disponibili per alcuni prodotti i prezzi medi settimanali franco-partenza per l’estero – specificano dal Cso - dando chiare indicazioni a quale qualità del prodotto, confezione e mercato si sta facendo riferimento. Per i prezzi al dettaglio abbiamo da anni messo a punto un sistema di rilevazione prezzi in alcuni punti vendita delle città di Milano, Bologna e Roma, attraverso una rilevazione diretta da parte di personale specializzato. Le tendenze dei prezzi al dettaglio si possono poi rilevare anche attraverso la banca dati sugli acquisti al dettaglio delle famiglie italiane di fonte GFK Italia”.

Una sezione dell’app sarà dedicata alla sostenibilità delle produzioni tramite studi di Life Cycle Assessment. Non si tratta in questo caso di valutazioni ex-novo del ciclo di vita, ma piuttosto di un’analisi della letteratura che raccoglie evidenze scientifiche riguardanti studi LCA sulla produzione di frutta. Sono state evidenziate numerose informazioni che descrivono il contesto di produzione (luogo di produzione, resa ed estensione delle colture), l’uso degli input produttivi (utilizzo delle risorse idriche, di fertilizzanti, agrofarmaci, ed impieghi energetici), e gli impatti ambientali, denotati dal rischio di acidificazione ed eutrofizzazione, e dall’impronta carbonica. Inoltre, nello studio sono sintetizzate anche le strategie di mitigazione degli impatti ambientali suggerite nelle varie ricerche. “Riteniamo che tali indicazioni possano essere di aiuto agli agricoltori per una più efficace ed efficiente gestione delle risorse e delle materie prime, riducendo il peso ambientale delle scelte agronomiche” sottolineano dal Cso.



Gli utenti potranno usufruire di tutti i servizi scaricando semplicemente un’App sul proprio smartphone e tablet (Android e iOS) e naturalmente per maggiori approfondimenti sul sito www.csoservizi.com
La durata del progetto doveva inizialmente essere triennale, poi bloccatasi per le conseguenze della pandemia. Grazie alla proroga ricevuta, tutte le attività saranno terminate all’inizio del 2023.

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: