eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

venerdì 13 maggio 2022


Cavolo cappuccio veneto, esordio incerto

In Veneto è partita la raccolta del cavolo cappuccio, referenza che per Bassano Agricola rappresenta il cuore della produzione. Tra nord e sud la superficie dedicata alla coltivazione è di 50 ettari per garantire una continuità di prodotto 12 mesi su 12 nonostante quest’anno i consumi non procedano come nel periodo pre-pandemico.

La varietà proposta dall’azienda è il cavolo Cappuccio a Cuore, detto anche a Punta, di cui vengono prodotti circa 12mila quintali all’anno.  



“La campagna da un punto di vista commerciale è partita a rilento con prezzi inferiori rispetto al 2021– racconta a IFN il titolare Matteo Torresan –. Inoltre, è al di sotto delle aspettative a causa dei problemi geopolitici in atto e gli aumenti sostenuti dal consumatore finale. Negli anni precedenti avevamo registrato un aumento dei consumi che però non ha retto dopo l’arrivo della pandemia”.

A complicare le cose anche gli aumenti dei costi per la produzione: “come azienda cerchiamo di trovare un patto comune con i clienti - spiega il produttore - e allo stesso tempo un maggior efficientamento riducendo costi e sprechi”.



Il cavolo Cappuccio prodotto da Bassano Agricola viene assorbito nella stragrande maggioranza dal centro-nord Italia, dove viene distribuito alla Gdo e ai mercati agroalimentari. Un’altra parte del prodotto viene invece inviata all’estero, in Germania.  
La merce una volta raccolta viene selezionata, calibrata e lavorata in magazzino per quanto riguarda lo sfuso, mentre per la IV gamma viene sfogliata e detorsolata prima di essere confezionata in busta o vaschetta. 



L’azienda è in fase di crescita e si sta ampliando per penetrare nuovi mercati. “È previsto un nuovo impianto di 4mila metri quadrati per affrontare nuove sfide – rivela Torresan - Il nuovo stabilimento produttivo risponde ad un incremento di spazio per stoccaggio, lavorazione e confezionamento e per fornire un migliore servizio logistico”.

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: