eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

venerdì 29 aprile 2022


Ortofrutta, come dare più valore al settore

Approfondire i costi di produzione con un nuovo ed affidabile strumento di analisi, da una parte, delineare la disponibilità dei consumatori a riconoscere il valore aggiunto dei prodotti, dall’altra.
Si muove su questi binari la collaborazione tra Ismea e Agroter, che - dopo Think Fresh - si concretizzerà al Macfrut in due importanti appuntamenti: il convegno “Filiera ortofrutticola: dall’analisi dei costi alla creazione del valore” e la degustazione guidata “Alla scoperta del valore del pomodoro - Osservatorio sul Mercato dell’Ortofrutta”.

Si parte mercoledì 4 maggio alle 13,15 con il convegno organizzato nell’area talk dello stand Ismea (Padiglione D3, Stand 67). Ad introdurre l’appuntamento, che riprenderà le tematiche affrontate in anteprima durante Think Fresh – Operazione Retargeting, sarà il presidente di Ismea Angelo Frascarelli.

L'appuntamento si suddividerà in due sezioni: “Lo scenario” e “Mercato, costi di produzione e creazione del valore”. Alla prima interverranno Fabio Del Bravo di Ismea; Paolo Tolomei, direttore generale della prevenzione e del contrasto alle frodi agroalimentari Icqrf e Massimiliano Delcore, presidente OI “Ortofrutta Italia”.

La seconda parte del convegno analizzerà esempi pratici e testimonianze per capire le dinamiche con cui si formano i costi di produzione e si riflettono sul valore dei prodotti ortofrutticoli. Interverranno il docente dell’università di Bologna nonché direttore scientifico del Monitor Ortofrutta di Agroter e fondatore della testata Italiafruit News Roberto Della Casa (anche moderatore dell’incontro), oltre al presidente del Consorzio di tutela del melone mantovano Igp Mauro Aguzzi e le aziende agricole Lo Bianco, Ioppì e Op Assofrutti (queste ultime presenti con un proprio desk allo stand Ismea). 

Per partecipare al convegno è necessario accreditarsi (entro martedì 3 maggio) al seguente link:  https://docs.google.com/forms/d/1ql1SxsINoXOaiOR0Zg_eW_wnUa6fAN_8jiFNO0AbfDU

“Insieme ad Ismea, Agroter sta mettendo a punto un vero e proprio osservatorio dei costi (clicca qui per approfondire ) per fornire riferimenti puntuali e precisi a tutti gli attori della filiera – spiega Della Casa – si tratta di una metodologia utile ad identificare costi di produzione di riferimento sia per quanto riguarda la fase produttiva che quella di lavorazione e confezionamento. Verranno declinati sulle principali referenze provenienti dai più vocati areali di produzione, come melone, mele, pomodori e tanti altri. Se Ismea si occuperà di definire i costi in campo, Agroter fornirà una panoramica sui costi dei magazzini”.

Il pomodoro ciliegino sarà invece il protagonista della degustazione guidata Ismea-Agroter “Alla scoperta del valore del pomodoro - Osservatorio sul Mercato dell’Ortofrutta”, in programma mercoledì 4 maggio dalle 11 alle 13 presso l’area talk dello stand Ismea. “Abbiamo organizzato questa attività per indagare il valore del prodotto pomodoro ciliegino – sottolinea il direttore scientifico del Monitor Ortofrutta di Agroter – tramite blind test di due tipologie di pomodori ciliegino, vogliamo comprendere se esiste una soggettività marcata nel gusto del pomodoro”.

In particolare, il test sarà effettuato con pomodori dalle caratteristiche qualitative differenti, in cui il differenziale più importante sarà il grado Brix dei frutti. Al termine del test, sarà misurata la willingness to pay, ovvero il prezzo massimo a cui il consumatore si definirà disponibile all’acquisto. Il test coinvolgerà all’incirca 400 persone e i risultati saranno resi pubblici nei giorni successivi alla fiera.

La stessa degustazione si ripeterà anche nel pomeriggio dalle 15,30 alle 17,00 e il giorno successivo, 5 maggio, negli orari 10,00-13,00 e 16,45-17,30.

Gli altri appuntamenti targati Ismea



Ismea sarà presente al Macfrut 2022, in programma a Rimini - Expo Centre dal 4 al 6 maggio 2022 - Padiglione D3, Stand 67.

Giovedì 5 maggio
Giovedì 5 maggio dalle 15 alle 16,30 nell’ Area Talk è la volta del convegno “Professione Ortofrutta Bio: le migliori prospettive e le maggiori difficoltà del biologico si concentrano nella filiera frutta e verdura”, con la partecipazione di esponenti della ricerca scientifica in agricoltura biologica, delle associazioni che rappresentano le OP ortofrutticole e di diverse aziende produttrici di frutta e verdura bio. 
Sempre giovedì 5 maggio, Ismea mette a disposizione nell’Area Lounge dello stand i propri esperti ne “Gli angoli tecnici – consulenza on demand Ismea: Business plan on line/Strumenti finanziari per le imprese agroalimentari” (10-12,30 e 16,30-17,30). Sarà possibile, per le aziende interessate, prenotarsi direttamente allo stand in Fiera. Gli appuntamenti con gli angoli tecnici sono previsti anche il giorno successivo, 6 maggio, dalle 10,30 alle 12,30.
 
Venerdì 6 maggio
Infine, venerdì 6 maggio è in programma, nell’Area Talk, la mattina dalle 9,45 alle 10,15 la Presentazione per gli Istituti tecnici agrari: BPOL - Business Plan On Line - il modello Ismea/RRN per la redazione del business plan nelle imprese agricole e agroalimentari.  
Dalle 11 alle 12,45, nell’Area Talk, si terrà il convegno “Le Indicazioni geografiche e l’offerta di ortofrutta di qualità” - La valorizzazione delle eccellenze ortofrutticole nazionali, che analizza il ruolo delle IG ortofrutticole nella strategia nazionale per il settore, le potenzialità di crescita e gli strumenti di valorizzazione esistenti, insieme ad alcuni Consorzi di Tutela ed esperti del settore. 
 
Per tutta la durata del Macfrut, le aziende interessate potranno raccogliere presso lo stand Ismea le informazioni sugli strumenti che l’Istituto mette a disposizione del settore agroalimentare. Si ricorda che, per l'ingresso in fiera, è necessario effettuare la registrazione per ottenere il pass gratuito a questo link Macfrut (clicca qui).


Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: