eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

martedì 25 gennaio 2022


«Meno male che coltivo il finocchio Augusto»

“C’è un finocchio che resiste alle temperature più basse, senza temere neve e gelate. È la varietà Augusto che trapianto ormai da sei anni”. Vito Musciolà, della Musciolà Ingrosso Ortofrutticolo di Trinitapoli (Bat), coltiva all’incirca 150 ettari di ortaggi, di cui 60 dedicati al finocchio nella varietà di Seminis



“Ho fatto questa scelta basandomi sul comportamento dell’ortaggio nel tempo - spiega a IFN - L’ho testato per tre anni e ho notato che aveva una buona resistenza al freddo, un’ottima capacità di arrotondamento, non dà problematiche durante la crescita e si può raccogliere anche se piccolo perché diventa presto tondeggiante. Torna utile quest’anno che manca il prodotto. Stiamo infatti raccogliendo finocchi che sarebbero inaccettabili altrimenti, ma non c’è tempo per farli crescere e come grossista mi ritrovo a venderli in un range che va da 1,50 euro a 2,50 euro al kg”.



Trapiantato da settembre a novembre, Musciolà azzarda anche a dicembre perché ormai conosce il prodotto e sa che può arrivare tranquillamente a raccoglierlo anche ad aprile, perché il freddo si è allungato, se non addirittura spostato: “Negli ultimi dieci anni – commenta il grossista e produttore – il freddo non arriva a dicembre, bensì a febbraio e si protrae fino ad aprile. Ho avuto modo di constatare nel 2018, con Burian (il grande freddo proveniente dalla Siberia, ndr) che questa varietà di finocchio è stata l’unica a tenere banco e a non macchiarsi o annerirsi”.



La raccolta per Musciolà sta andando bene. “La merce è ottima, anche se la produzione è scarsa. Dal mio canto ho trapiantato il 45% di prodotto in meno rispetto agli altri anni. Il motivo? Non si trovava personale”.

Lo zampino per il produttore è sia nella campagna di raccolta del pomodoro in contemporanea con il periodo del trapianto, che toglie forza lavoro, sia nel reddito di cittadinanza: “Chi lo percepisce non viene a cercare questo tipo di impiego oppure richiede un contratto in nero che io non sono disposto a fare”.

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: