eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

martedì 11 gennaio 2022


Carenza di ortaggi in Salento, prezzi alti

Adesso è il momento di raccogliere brassiche e finocchi, ma come stanno andando la produzione e le vendite? Per Francesco Romano, amministratore unico di Ro.gr.an, società di Parabita, in provincia di Lecce, non nel migliore dei modi. “Durante il periodo prenatalizio– dichiara a IFN – i prezzi erano alti e c’era poca disponibilità di prodotto. Di solito non succede così, il problema è che gli ortaggi si sono maturati tutti i primi di dicembre. Le temperature erano particolarmente alte, sono arrivate a toccare i 22 gradi, e hanno favorito la maturazione in anticipo delle brassicacee”. 



Per la società Ro.gr.an che gestisce 300 ettari di superfici tra le proprie e quelle dei produttori associati, è stato un duro colpo. “Prima i prezzi erano troppo bassi - continua Romano - poi improvvisamente troppo alti per la mancanza di prodotto in prossimità delle feste natalizie”. In particolare, la ditta pugliese che quest’anno festeggia i 30 anni di attività, in inverno produce broccoli, insalata, finocchi, rape, cicoria e cicoria cimata, mentre nella bella stagione patate angurie e uva da tavola. 

Per quanto riguarda i broccoli, c’è carenza. “A causa della mancanza di prodotto, i prezzi si stanno rialzando, stessa sorte per i finocchi, che hanno un costo maggiore rispetto all’anno passato proprio perché c’è meno prodotto, mentre sul cavolfiore stentano a decollare”. 
Un altro aspetto da considerare, per Romano, è l’effetto che la pandemia sta avendo sui consumi. “Non è più come il primo anno di emergenza che tutti compravano aumentando la spesa in ortofrutta. Adesso la gente compra meno, e passato Natale c’è stata una drastica riduzione degli ordini, circa del 20%".



Facendo un raffronto con lo scorso anno, secondo le stime di Francesco Romano per ora c’è stato un 20-25% in meno di prodotto venduto. “Nel 2020/2021 i prezzi sono rimasti medi durante tutto l’arco della stagione invernale, non hanno subito oscillazioni importanti come nell’ultimo periodo”. 

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: