eventi
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
MACFRUT 2022
4-6 Maggio 2022
Rimini
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022

leggi tutto

giovedì 25 novembre 2021


Kiwi verde, l'Italia resta alla finestra

Sul mercato italiano ed europeo si registra ancora la presenza di kiwi verdi, varietà Hayward, originari della Nuova Zelanda. Una presenza “ingombrante” per le aziende italiane poiché non consente la vera e propria partenza della campagna commerciale del prodotto nazionale.

“In base alle nostre indicazioni, l’offerta neozelandese del verde dovrebbe esaurirsi verso metà dicembre, quindi con un mese di ritardo rispetto alla scorsa campagna. Il destoccaggio più lento potrebbe essere l’effetto della strategia di Zespri di mantenere prezzi di vendita molto elevati per tutta la stagione”, sottolinea a Italiafruit News Maurizio Filippi, presidente della Commercio Frutta di Forlì.



Con l’allungamento della campagna neozelandese in Europa, “i nostri veri programmi di fornitura con la Gdo non sono ancora partiti. Dal punto di vista del collocamento, questa campagna non dovrebbe comunque essere difficile per il fatto che l’Hayward italiano è nella sua annata più scarica degli ultimi 20 anni, con riduzioni nell’ordine di almeno il 10-15% rispetto alla stagione, già molto deficitaria, del 2020/21”.

Giudicando il prodotto raccolto in Italia, Filippi rileva che “la qualità dell’Hayward varia molto da produttore a produttore in funzione della zona, del tipo di impianto e delle circostanze legate alla moria, alle gelate primaverili nonché alla siccità estiva".



“I prezzi all’origine sono stati alti, forse anche esageratamente alti. Il che presuppone la nostra necessità di vendere Hayward a quotazioni importanti. Da dicembre, una volta che definiremo i programmi con le grandi catene della Gdo, potremo capire su quali valori si posizionerà il mercato”.

I volumi da distribuire, in ogni caso, sono scarsi e quindi non impensieriscono. Mentre a dare la maggiore preoccupazione è la crescente concorrenza greca. “La Grecia è il problema più grande – conclude Filippi – Anche perché, ad oggi, non sappiamo esattamente il posizionamento di prezzo che assumerà il prodotto ellenico”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: