eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

lunedì 28 giugno 2021


Assemblea Areflh tra Pac, new entry, anno dell'ortofrutta

L'Assemblea Generale dell'Areflh si è tenuta venerdì scorso online ha coinciso con l'eccellente notizia di un accordo per i piani strategici della Pac raggiunto la sera precedente. È stato il deputato Paolo De Castro ad annunciare in diretta ai partecipanti l'approvazione di uno dei punti di blocco del nuovo regolamento della Pac.

Il parlamentare Herbert Dorfmann ha poi preso la parola e ha spiegato il contenuto dei punti di accordo e le diverse misure dei pilastri. Vale a dire: 25%, all'anno, per tutto il periodo con l'uso del sistema "Rebate" per gli eco-regimi; gli anni 2023 e 2024 come periodo di apprendimento con un meccanismo di pavimento al 20%; permettere il pieno utilizzo dei fondi inutilizzati nel 2023 e 2024 (tra il 20% e il 25%), entro i margini degli importi unitari massimi, anche per gli Stati membri con diritti di pagamento. 
 
Stato dei negoziati sulla riforma della Pac
L'Assemblea si è aperta con il discorso del Gijsbertus Schilthuis, capo unità, prospettiva politica, Dg Agri, durante il quale ha fatto un'introduzione ai dialoghi a tre e ha affrontato vari temi come gli eco-regimi e il contributo dell'architettura verde.  
 
La Presidente Portoghese del Consiglio dell'Ue, Maria do Céu Antunes, ha poi continuato su questo argomento. Infatti, il pubblico ha avuto il privilegio di ascoltare il video messaggio di Antunes. Ha annunciato che, la presidenza portoghese del Consiglio dell'Unione rimane determinata a concludere l'accordo sulla riforma della Pac questo mese, al fine di garantire la prevedibilità di cui gli agricoltori hanno bisogno. 
 
Maria do Céu Antunes ha poi ricordato che "l'anno scorso e all'inizio di questo, sono state prese diverse misure eccezionali di sostegno, come l'apertura dei ritiri dal mercato per i piccoli frutti, aggiustamenti nei programmi operativi e linee di credito, per dare stabilità e prevedibilità ai produttori”.  
 
Anno internazionale della frutta e della verdura 
Infine, la Presidente Antunes ha sottolineato il ruolo centrale "che frutta e verdura svolgono nella promozione di una nutrizione di qualità, della sicurezza alimentare e della salute, in linea con gli obiettivi dello sviluppo sostenibile. "Quest'ultimo punto è stato poi sviluppato dall'ultimo oratore, Manuel Moñino, coordinatore dell'Aiam5  (Alleanza mondiale per la promozione del consumo di 5 porzioni di frutta e verdura al giorno), che ha presentato l'Anno Internazionale del Frutta & Verdura. 
 
Moñino ha sottolineato, tra le altre cose, le azioni concrete ed efficaci che le organizzazioni del settore ortofrutticolo possono attuare per aumentare la consapevolezza del consumo di frutta e verdura. La presidente Simona Caselli, condividendo questo messaggio essenziale, ha annunciato che l'Areflh "sarà presente alle prossime fiere di settore con iniziative sull'anno internazionale della frutta e della verdura". 
 
Benvenuto ad una nuova regione nella rete Areflh
Prima di questa conferenza pubblica, durante la riunione riservata ai membri, l'Areflh ha annunciato l'arrivo di una nuova regione europea nella sua rete. È la Macedonia Centrale, una regione importante per il settore agricolo. Il suo settore della frutta e della verdura stanno guadagnando terreno sul mercato internazionale. La regione ha anche sviluppato varie indicazioni geografiche protette (Igp) come per le pesche e il kiwi
 
Simona Caselli ha concluso la conferenza annunciando: "Nei prossimi mesi, ci impegniamo a seguire l'attuazione della legislazione della Pac e dell'Ocm nell'interesse di tutti i nostri membri".
 
Fonte: Ufficio stampa Areflh 


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: