eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
30 giugno-1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

venerdì 23 aprile 2021


Uva da tavola, tre pilastri per il rilancio

Aggregazione, innovazione e promozione. Sono queste le parole d'ordine della Commissione uva da tavola che lunedì pomeriggio terrà la propria assemblea. Durante "Gli Stati Generali dell'Uva da Tavola" - un appuntamento online in cui è previsto anche un web meeting aperto al pubblico (clicca qui per partecipare) - la Cut farà un bilancio del primo anno di attività: sotto i riflettori consumi, mercati, servizi per il comparto e prospettive per la nuova campagna.

Dopo un confronto interno tra le circa 65 imprese aderenti alla Cut, il presidente Massimiliano Del Core farà il punto sullo stato della filiera. "La campagna 2020 ha espresso, seppur tra le mille difficoltà dettate dalla pandemia, numeri positivi: c'è stato un incremento dei volumi, inizialmente anche un valore dei prezzi medi più alto, che poi però si è appiattito - illustra il presidente - A fine stagione abbiamo registrato quotazioni complessive in linea con le annate precedenti. Ma c'è un distinguo da fare: abbiamo notato un ulteriore aumento dei consumi sulle uve senza semi e da questo incremento ne è derivato un prezzo medio dell'uva superiore. Il 2020 lo possiamo archiviare come un anno positivo, soprattutto per un fattore determinante: il clima. E' con il clima che dobbiamo confrontarci, ancor prima che con i mercati, e le vicisittudini di queste ultime settimane ce lo ricordano".



Maltempo e gelo hanno colpito anche la Puglia, ma da una ricognizione fatta tra gli associati alla Cut i danni sono limitati e localizzati a pochi areali. Nel complesso si approccia quindi la nuova campagna con fiducia. "Parleremo dello sviluppo di nuovi mercati e di come promuovere i nostri grappoli su nuove piazze: con il Cso e le istituzioni crediamo si possa lavorare in maniera sempre più veloce per aprire nuove sbocchi in Medio Oriente e alle porte dell'Europa", annota Del Core.

La Commissione, come anticipato, lavorerà principalmente su tre elementi. "Aggregazione, innovazione e promozione. Dall'effetto sinergico di questi fattori scaturisce il ritorno vero della competitività del nostro prodotto e delle nostre aziende - rimarca il presidente - Il primo successo è stata la richiesta di riconoscimento del Distretto dell'uva da Tavola, che ci permetterà di aderire a progetti e iniziative affinché il comparto si faccia trovare pronto davanti alle nuove sfide del Green New Deal e della strategia Farm to Fork".



Venendo al programma del web meeting, dopo l'apertura dei lavori del responsabile comunicazione della Cut, Donato Fanelli, e la relazione del presidente Del Core; spazio ai contributi tecnici di Vincenzo Cerone (GAA Confagricoltura) e Rodolfo Occhipinti (Sata), per concludere con l'intervento di Annabella Donnarumma dedicato alla Gdo italiana ed estera.

"Sul fronte dei servizi faremo un approfondimento sulle assicurazioni per le calamità naturali e sui sistemi di controllo qualità per l'uva da tavola - conclude Massimiliano Del Core - Con Annabella Donnarumma, grande conoscitrice della filiera dell'uva da tavola, cerchemo di mettere a fuoco le esigenze di chi compra, individuando ulteriori elementi per migliorare la nostra competitività sui mercati".

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: