eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

venerdì 31 luglio 2020


Quarta gamma di frutta ed estratti «spremuti» dal Covid

La crisi dei convenience ha colpito in modo particolarmente pesante frutta di IV Gamma, bevande fresche/estratti, ognuno dei quali vale il 3% circa del totale di settore: è quanto emerso dalla web conference di filiera organizzata da Agroter e Italiafruit News martedì scorso. 

I dati del Monitor Ortofrutta parlano chiaro: dalla settimana 1 alla 27 la frutta di IV gamma ha perso il 43% rispetto all'analogo periodo del 2019, frullati e frappé sono calati del 27,1% mentre i succhi freschi sono arretrati del 19,5%. Minori vendite ma anche maggiori sprechi, con un sensibile incremento delle confezioni gettate.



Nel periodo pre-Covid questi comparti non brillavano ("Gli estratti erano già in difficoltà a fine 2019" ha spiegato Giampaolo Ferri responsabile acquisti ortofrutta Coop Alleanza 3.0), ma è stato il lockdown, con la conseguente restrizione domiciliare, a determinare la forte emorragia che si è protratta per un paio di mesi per poi stabilizzarsi. Frutta ed estratti sono prodotti-servizio legati al benessere; l'impossibilità di muoversi e fare sport, acquistando magari una confezione prima o dopo la palestra o la corsa, ha inciso non poco sul bilancio in rosso di frutta tagliata e succhi. 



Le fasi 2 e 3 non hanno finora garantito una significativa ripresa, complice le limitazioni tuttora vigenti per l'Horeca. Ma il settore ha buoni fondamentali e deve insistere per recuperare posizioni e valore in un mercato complesso, ma comunque promettente, come quello italiano. 

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: