eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

venerdì 16 gennaio 2015


Kale (cavolo riccio), nuovo superfood di tendenza

Gli Stati Uniti d'America lo venerano al punto di aver appena istituito una giornata nazionale per celebrarne le sue eccelse proprietà nutrizionali. Stiamo parlando del cavolo "kale", conosciuto in Italia come cavolo riccio ma talmente bistrattato negli ultimi cinquant'anni da essere diventato una ortaggio a rischio d'estinzione. Da noi viene coltivato principalmente in Puglia, nella provincia di Bari (è chiamato in dialetto "cole rizze") dove è normale trovarlo negli orti familiari. Molto più conosciuta è, invece, la varietà toscana, il cavolo nero della "ribollita" per intenderci, che gli americani chiamano "dino-kale" perché, secondo loro, ricorderebbe la pelle dei dinosauri.

Un po' di storia recente

La rinascita mondiale del cavolo riccio, dal gusto aspro-dolciastro simile alla verza, è iniziata negli anni '80, quando il contadino dell'Oregon Tim Peters cominciò a lavorare per ottenere nuove varietà commercialmente interessanti. "In quegli anni kale non era molto diffuso, ma soprattutto era troppo noioso... erano tutti verdi!" ha detto Peters in una recente intervista pubblicata dal New York Times. Poi la svolta. Grazie all'impollinazione entomofila, Peters riuscì a sviluppare un "varietà rossa, bellissima; non avevo mai visto una verdura del genere" evidenzia Peters. Negli anni seguenti il contadino riuscì quindi a creare la famosa varietà "winter red" ma anche a estendere l'offerta commerciale con nuovi colori. "Proprio l'arcobaleno di colori ha fatto ritornare l'interesse su questa verdura" sottolinea. Da qui si è via via arrivati alla moda alimentare dei giorni nostri.


Cavolo riccio verde

Cavolo riccio rosso

Star, chef e medici: in tanti ne fanno un credo per il benessere personale

Kale è la nuova passione di star salutiste, prime fra tutti le attrici Gwyneth Paltrow (a destra nella foto di apertura) e Sarah Michelle Gellar, e la modella Heidi Klum (a sinistra nella foto di apertura), che consumano questa verdura in "tutte le salse": sbollentata o cruda per essere mixata nelle insalate, cotta al vapore o al forno, inserita nelle zuppe, tritata per comporre uno smoothie, snack depurativo dopo il caffè come sostituto del cioccolatino. Sembra inoltre che l'attrice Anne Hathaway, per entrare nella mini tuta in pelle di Catwoman per il "Cavaliere Oscuro", abbia seguito una dieta a base di proteine e cavolo riccio. La stessa cosa avrebbe fatto Jennifer Aniston per il film "Come ti spacco la famiglia" nel quale ha interpretato una spogliarellista.

Anche il mondo della medicina sta supportando questo ortaggio, le cui vendite negli States sono incrementate nel 2013 del 40%. Secondo alcune indagini che abbiamo realizzato sul web, kale è diventato l'ortaggio più consumato tra i cittadini di New York, con chef e locali ispirati alla cucina naturale che stanno facendo a gara per proporre l'insalata mista a base di cavolo riccio più gustosa della metropoli. Drew Ramsey, psichiatra della Columbia University, sostiene che kale abbia proprietà antidepressive dovute alla ricchezza di acido alfa linolenico (ALA), sulforafano e di folati. Il medico ha scritto assieme alla chef Jennifer Iserloh un libro sull'arte di cucinare kale, intitolato "Cinquanta Sfumature di Kale", prendendo spunto dal best seller "Cinquanta Sfumature di Grigio".


La copertina del libro Cinquanta sfumature di kale

E' diventato famoso pure nel Regno Unito

Più di recente la tendenza è arrivata oltreoceano e, precisamente, nel Regno Unito. Jamie Olivier, chef di indiscussa fama internazionale, ha stilato una lista di sfiziose ricette a base di cavolo riccio dando utili suggerimenti su come poterlo inserire nell'alimentazione quotidiana. Oltre a proporlo in classiche zuppe, Olivier ne promuove l'utilizzo in primi piatti, sfiziosi contorni (per esempio "cavolo riccio arrosto al sesamo") e, ovviamente, in insalate miste, specie in abbinamento a radicchio rosso e limone. L'accettazione tra gli inglesi è stata tale che Florette UK ha dato avvio in questi giorni ad una campagna pubblicitaria da 600 mila sterline per il lancio di una nuova varietà di cavolo riccio baby leaf che non necessità di essere cotta. Florette sta veicolando una serie di immagini e affissioni per dimostrare la versatilità in cucina dell'ortaggio, dalla possibilità di insaporire una insalata a quella di ravvivare un piatto di pasta (imitando sostanzialmente l'antica ricetta pugliese).


Una affissione di Florette in metropolitana

"Oggi più che mai, i consumatori si stanno rendendo conto dei vantaggi dei superfood, la celebrità del cavolo riccio aumenta e quindi sta diventando appetibile per le aziende. La nostra ultima creazione darà una spinta molto importante a questo super ortaggio" ha spiegato la marketing manager di Florette UK, Elaine Smith.

Copyright 2014 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: