eventi
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 18 febbraio 2021


Cavolfiori, quando l'ortaggio diventa attraente

Un cavolfiore attraente, che conserva le sue caratteristiche anche estetiche al punto vendita, è un prodotto ricercato dai distributori. Parlando di questi ortaggi, infatti, i più richiesti sul mercato sono quelli dal corimbo bianco brillante, ben affogliato e con un peso standard garantito. Tratti che si ritrovano nelle varietà Abeni F1 e Ovindoli F1 (nella foto di apertura), con cui Seminis risponde alle esigenze dei produttori, entrambe appartenenti al ciclo autunnale medio-tardivo.

“Abeni F1 ha un ciclo di 75-80 giorni mentre Ovindoli F1 segue un ciclo di 90-95 giorni - spiega Alessandra Andreano, sales promoter Seminis – entrambe le varietà si presentano con un corimbo ben chiuso e con la ‘giacchetta’ perfettamente aderente, una buona pesantezza e un colore bianco senza macchie”.



A testimoniare la validità di questi ortaggi sono gli stessi coltivatori. Giuseppe Varraso, dell’omonima azienda agricola di Ortona (Chieti), dopo aver provato Abeni F1 dice: “Questa varietà evita la formazione delle macchie gialle e anche quando è esposto ai raggi solari il corimbo rimane bianco. Non coltivo solo su Ortona ma su diverse zone e con Abeni F1 ho sempre ottenuto ottimi risultati”.


Abeni F1

Scendendo in Puglia, invece, Ovindoli F1 è coltivato dalla società agricola Don Matteo, in Agro di Foggia. “Abbiamo 700 ettari coltivati a cavolfiore bianco, di cui 50 della varietà Ovindoli F1 - illustra il titolare Matteo Di Carlo - Lo abbiamo scelto perché si presta bene al triplice utilizzo: per la lavorazione da industria e per il mercato convenzionale con la lavorazione in sei pezzi. Infine è ideale per il mercato biologico perché, nonostante abbia un piccolo diametro, riesce a mantenere sempre un peso ottimale. Continueremo sicuramente a coltivarlo”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: