eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

venerdì 13 novembre 2020


Lockdown, come cambiano le abitudini alimentari

Come fare per perdere peso in modo sano? E per mantenerlo? E' possibile orientarsi nella giungla delle diete in circolazione, più o meno alla moda, scegliendo un’alimentazione bilanciata e adeguata alla propria salute e al proprio stile di vita? Di questo si discuterà nella III edizione della giornata della nutrizione, organizzata dal Crea Alimenti e Nutrizione, Nutrinformarsi: Diete perdere peso, ma non salute, che si svolgerà, interamente on line oggi, il 13 novembre a partire dalle ore 9:30.

I ricercatori del Crea hanno condotto un’indagine attraverso un questionario on line sulle motivazioni che spingono i consumatori ad iniziare una dieta. Dai circa 2500 questionari raccolti è emerso che hanno seguito una dieta il 72% delle donne contro circa il 59% degli uomini, per “perdere peso” (84%) e per “motivi di salute” (42%). Le diete più seguite sono risultate essere “mangiare di meno” (per il 48% del campione) e la ipocalorica bilanciata (36%).

Il questionario ha valutato anche i cambiamenti nelle abitudini alimentari durante il periodo di lockdown dovuto alla pandemia: circa il 45 % del campione ha dichiarato che il suo peso è aumentato, soprattutto fra coloro già in sovrappeso; in particolare, le donne hanno affermato di aver mangiato di più (48% contro 38% degli uomini), mentre gli uomini di aver fatto meno attività fisica (62% contro il 56% delle donne).   

Dall’indagine effettuata è emerso che tra le diete più seguite ci sono  l’iperproteica (che, può essere moderatamente iperproteica con un quantitativo di proteine del 25-30% o marcatamente iperproteica ossia con un apporto di proteine superiore a 35-40%), la chetogenica (a bassissima concentrazione di carboidrati <50gr/die e a prevalenza lipidica) e il digiuno intermittente (periodi di digiuno o di forte restrizione energetica più o meno lunghi, intervallati da periodi di alimentazione normale). E proprio nella Giornata della Nutrizione di domani, i ricercatori spiegheranno al pubblico collegato pro e contro delle diete, come comportarsi e quali errori evitare. Nella tavola rotonda finale ci sarà ampio spazio per la discussione e la giornata terminerà con un piacevole momento conviviale che, date le restrizioni, non potrà che essere “virtuale”.  

E’ possibile seguire l’evento, previa registrazione, al seguente link.   

Fonte: ufficio stampa Crea


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: