eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 12 novembre 2020


La Cina spinge sull’ortofrutta tech

La Cina ortofrutticola punta sulle serre tech per sviluppare la produzione anche nelle zone meno vocate, portando lavoro e garantendo verdure fresche in aree semi-desertiche come la provincia del Gansu.

Nell'altopiano del Loess - tra la Mongolia Interna e il Deserto del Gobi - le autorità cinesi hanno sviluppato un complesso serricolo trasformando una terra arida, ricoperta di sabbia e ghiaia, in una zona di produzione di ortaggi e fiori. Sono più di 200 le serre realizzate, in cui sono coltivati pomodori, cetrioli, verdure a foglia e fiori.

Le serre, spiega l'agenzia Xinhua, fanno parte di una vasta azienda agricola idroponica nella nuova area di Lanzhou, una zona di sviluppo a livello nazionale. L'impianto, inaugurato nel 2018, si sviluppa su oltre 600 ettari e sta trasformando l'area in un importante centro di produzione agricola, con l'aiuto di tecnologie avanzate.



"Nonostante la grave carenza d'acqua, la coltivazione dei raccolti sull'altopiano del Loess ha i suoi vantaggi come l'abbondante luce solare e una significativa differenza di temperatura tra il giorno e la notte", ha spiegato Hou Qilei, capo del dipartimento di produzione dell'azienda agri-tecnologica che gestisce l'impianto serricolo.

Per sfruttare al massimo questi vantaggi, l'azienda ha implementato una serie di tecnologie e strutture innovative, tra cui la coltivazione fuori suolo, il controllo automatico della temperatura e dell'umidità e il controllo integrato dell'acqua e della fertilizzazione.

Con i sensori installati nelle serre, il sistema di controllo automatico della temperatura e dell'umidità fornisce dati in tempo reale e mantiene la temperatura e l'umidità interne entro un intervallo prestabilito. Rispetto all'agricoltura tradizionale, un sistema di irrigazione a goccia aiuta a ridurre il consumo di acqua e fertilizzanti di oltre il 50%, aumentando la resa e risparmiando sulla manodopera. Le serre sono anche green in quanto utilizzano substrati organici per la coltivazione fuori suolo.



Grazie a queste tecnologie, l'azienda è in grado di produrre più di 1.000 tonnellate di frutta e verdura e oltre 100 milioni di steli di fiori freschi recisi in un anno, rendendo l'agricoltura un'industria locale di punta e aiutando gli agricoltori locali a sviluppare il loro business.

La Cina darà priorità allo sviluppo dell'agricoltura e delle aree rurali, lo ha ribadito un comunicato rilasciato dopo la quinta sessione plenaria del 19esimo Comitato centrale del Partito comunista cinese, per i fornitori di macchinari e tecnologie ci sono quindi opportunità interessanti. Il Paese mira a modernizzare l'agricoltura per promuovere la qualità, l'efficienza e la competitività, affermano le autorità della Repubblica Popolare.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: