eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 15 ottobre 2020


La frutta frena, vendite in calo nell'ultima settimana

Nei Mercati all'ingrosso del Nord Italia, la settimana in corso sta procedendo con un andamento commerciale abbastanza tranquillo per la frutta, mentre gli ortaggi sono in deciso fermento per le carenze produttive.

“Dopo il boom di dieci giorni fa, la domanda di frutta ha avuto un rallentamento abbastanza consistente per tanto per le pomacee quando per i cachi. Tutti i prodotti frutticoli, in generale, registrano volumi di vendita medio-bassi”. Così il grossista Mario Merci, titolare dell'azienda Merci Mario & C. (stand 56) che opera presso Veronamercato, fotografa la situazione del momento. 


Mele Renetta a marchio Melinda

Per quanto riguarda le mele si può rilevare una offerta consistente sul mercato nazionale. Adesso sono infatti disponibili le nuove raccolte di tutte le principali varietà, ad eccezione di Pink Lady, Envy e di altre poche cultivar. 

"Molti produttori privati della provincia di Verona e del Trentino stanno portando le proprie mele presso il nostro centro agroalimentare. Per evitare un intasamento, occorre immagazzinare il prodotto in celle frigo ed aspettare momenti migliori”, evidenzia Merci. 


Pere Opera

I prezzi delle mele sono discreti. "Ad esempio, le prime Golden della Val di Non, calibro 75+, oscillano tra 0,7 e 0,8 euro il chilo. Più alti i valori di vendita delle pere Opera. Mentre con i cachi Tipo veronesi ieri (mercoledì 14 ottobre, ndr) abbiamo spuntato 1,2-1,8 euro il chilo per il prodotto in padella da 15 frutti e 1-1,5 euro il chilo per il 18 frutti: per adesso, le quantità di loti in arrivo non sono eccessive e la merce presenta, mediamente, una qualità abbastanza buona”.

“Rispetto ai primi giorni di ottobre, la richiesta della clientela è frenata anche per l'intera gamma dei piccoli frutti. A Veronamercato siamo gli unici distributori dei prodotti a marchio Sant’Orsola, che distribuiamo durante tutte le stagioni dell’anno. In questa fase, l’offerta di origine nazionale è rappresentata soprattutto dai ribes e dalle ultime more”.


Cachi Tipo, origine Veneto

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: