eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

Marina Caprotti lunedì 12 ottobre 2020


Marina Caprotti, parola d'ordine sostenibilità

Nella prima intervista da quando è presidente esecutivo di Esselunga, Marina Caprotti - figlia di Bernardo, fondatore dell'insegna - ha scelto il reparto ortofrutta per la foto di rito. Davanti alle cassette di pesche di Giaccio Frutta, la quarantaduenne è stata intervistata dal Corriere della Sera (clicca qui per leggere l'articolo de L'Economia) e il concetto su cui ha insistito più volte è stato quello di un futuro sostenibile.

Mercoledì scorso la catena distributiva ha presentato il suo primo Bilancio di Sostenibilità (clicca qui per leggere la notizia), in cui indica ai suoi fornitori la strada da seguire. E Marina Caprotti, sulle colonne del Corsera, spiega: "Siamo sempre più consapevoli che se le aziende non faranno della sostenibilità uno dei punti cardine della loro strategia difficilmente potranno prosperare nel lungo periodo: sono i consumatori stessi, sempre più sensibili ai temi sociali e ambientali, che ce lo chiedono".



L'ambiente, ricorda il presidente esecutivo di Esselunga, è un tema prioritario. "Continueremo ad investire in maniera significativa in energie rinnovabili, nella minimizzazione degli sprechi e nello sviluppo di packaging sempre più sostenibili", puntualizza Caprotti. "Sebbene stiamo vivendo il momento più difficile dal Dopoguerra, è fondamentale continuare ad essere lungimiranti. La sostenibilità rimane al centro della nostra strategia aziendale".

Parlando del rapporto coi fornitori e del difficile momento dettato dalla pandemia globale e dai suoi effetti sull'economia, l'imprenditrice ricorda che "Ci siamo adoperati con Unicredit per sostenere i fornitori mettendo a loro disposizione 530 milioni di euro di affidamenti dedicati alle anticipazioni di pagamento dei crediti commerciali. Valorizziamo e promuoviamo da tempo le produzioni regionali e le piccole comunità - conclude Marina Caprotti - favorendo così la crescita dell’economia locale e del made in Italy".

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: