eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
SIMPOSIO MONDIALE DELLE CAROTE
York (Regno Unito)
4-7 Ottobre 2021 

leggi tutto

lunedì 31 agosto 2020


Agrumi, uno al giorno protegge la massa muscolare

La vitamina C potrebbe essere la chiave per migliorare i muscoli in età avanzata. Una nuova ricerca pubblicata sul Journal of Nutrition, mostra infatti che le persone anziane che mangiano molta vitamina C hanno una migliore massa muscolare, e questo contribuisce a proteggere le loro ossa. Tuttavia, per avere effetti positivi non servono enormi quantità.

"Le persone tendono a perdere massa muscolare scheletrica con l'avanzare dell'età e, già a partire già dai 50 anni, se ne perde ogni anno fino all'1%, arrivando in molti casi fino alla sarcopenia, condizione che causa a sua volta fragilità ossea e ridotta qualità della vita" spiega l'autore principale, Ailsa Welch, della Norwich Medical School dell'Università dell'East Anglia, in Gran Bretagna. 

E' già noto che il consumo di vitamina C aiuta a difendere le cellule e i tessuti dai radicali liberi, che contribuiscono alla distruzione del muscolo. Ma fino ad ora, pochi studi hanno indagato l'importanza dell'assunzione di questa sostanza per le persone anziane. I ricercatori hanno studiato pertanto i dati di oltre 13.000 persone tra i 42 e gli 82 anni, che prendono parte allo studio Norfolk EPIC. 
Hanno così osservato che le persone con la più alta quantità di vitamina C nella loro dieta o nel sangue avevano una maggiore massa muscolare scheletrica, rispetto a quelle con gli importi più bassi. I ricercatori hanno però anche scoperto che quasi il 60% degli uomini e il 50% delle donne non consumavano sufficiente vitamina C. L'aspetto positivo, concludono gli autori, è che "questa vitamina è disponibile in frutta e verdura o integratori, quindi migliorarne l'assunzione è semplice".

Inoltre, non servono mega-dosi. "E' sufficiente mangiare ogni giorno un agrume, come un'arancia, e una porzione di verdura in ogni pasto". 

Fonte: Ansa.it


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: