eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

Meloni mercoledì 1 luglio 2020


«Meloni, la musica è cambiata»

E’ partita bene la settimana del melone, tradizionale prodotto da pasto dell’estate italiana che ha “sofferto” lo scarso livello di consumi per una ventina di giorni di fila. L’arrivo del caldo torrido, come prevedevano gli addetti ai lavori, ha aumentato la domanda nel mercato nazionale e si è notato, di conseguenza, anche un rialzo dei listini per i produttori sia nei principali Ortomercati del Nord che in diverse catene di supermercati. 

“Da lunedì, fortunatamente, è cambiata la musica: il prezzo medio del nostro retato, rispetto alla scorsa settimana, è aumentato di 25-35 centesimi di euro il chilo in funzione del calibro e della qualità”, testimonia a Italiafruit News Giuseppe Cazzoletti, produttore di Mairano, provincia di Brescia, che da tre giorni ha iniziato le raccolte della varietà Sogno nei tunnellini in campo aperto. 




“Adesso stiamo fatturando dai 1,2 ai 1,3 euro il chilo - prosegue - Nulla a che vedere con le quotazioni che c’erano l’anno scorso a fine giugno, quando riuscivamo a spuntare 2 euro il chilo nonostante l’offerta non mancasse”.

L’azienda di Giuseppe, l'Agricola Cazzoletti, coltiva diverse varietà di retati su circa 13 ettari in campo aperto, raccogliendole scalarmente per tutta l'estate fino al 15-20 settembre. Poi dispone di circa 200 serre fisse per la fase precoce della campagna (fine maggio-giugno), nella quale oltre al classico retato propone una linea premium di melone liscio, tipologia Capitol, lavorato in cassetta di legno con paglia e ceralacca rossa sul picciolo.  


Melone Capitol 
 
“Quest’anno c’è stata quasi una sincronizzazione tra la fine delle raccolte negli impianti sotto serra e l’inizio dei tunnellini in campo aperto, dove stiamo notando una discreta qualità dei fruttiSperiamo da qui in avanti di avere anche buone rese e, naturalmente, che i consumi e i prezzi possano progressivamente aumentare col passare delle settimane”, conclude l’imprenditore di Mairano.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: