eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

lunedì 8 giugno 2020


Coop punta sull'ortofrutta per la fase 2

Ortofrutta protagonista della fase 2 di Coop, che accompagna la fase della “ripartenza” con alcune misure specifiche: quattro mesi di blocco dei prezzi sui prodotti a marchio, un paniere di 10 prodotti basici di qualità a 10 euro, promozioni settimanali a rotazione con sconti mediamente del 20% su freschi e freschissimi “brandizzati” per tutto il periodo estivo. Le misure, che richiederanno un impegno economico di circa 50 milioni di euro - cifra analoga a quella investita nella fase del lockdown - sono state presentate venerdì in conferenza stampa.

Fino al 30 settembre, le referenze a Mdd (circa duemila articoli confezionati industriali) non subiranno ritocchi mentre le promozioni settimanali su 5 prodotti freschissimi (2 dei quali inerenti frutta e verdura) puntano a incidere sull’area più soggetta alle oscillazioni dei mercati stagionali. Per raggiungere l’obiettivo Coop farà affidamento sulla rete di fornitori e produttori “che - è stata ricordata in conferenza stampa - è per oltre il 90% italiana” e sui rapporti di filiera controllata.
La "terza gamba" dell’attività è la proposta di un paniere di 10 prodotti che fanno parte della spesa comune delle famiglie al prezzo di 10 euro, con la qualità e la sicurezza dei prodotti Coop: tra questi anche i pomodori.



“Il prodotto a marchio Coop è il cuore della nostra offerta, mi piace definirlo una sorta di fuoriserie delle garanzie - ha spiegato Maura Latini, Ad Coop Italia - e abbiamo concentrato su di esso la nostra proposta per la fase 2, così da rendere evidente alle famiglie la nostra determinazione a garantire convenienza e qualità. La fase economica è piena di incognite, Coop ha scelto di non aspettare e di mandare subito un messaggio alle famiglie e ai produttori. Così facendo agiamo sia a monte, verso i fornitori, che a valle, verso i consumatori, per garantire la stabilità dei prezzi e delle remunerazioni dei diversi attori della filiera”. 

Nel periodo marzo-aprile Coop ha registrato un +5% di vendite (+16% per i super di medie dimensioni, +25% i super di vicinato, -11% gli ipermercati) con meno ingressi nei punti vendita (-40%) ma un balzo dello scontrino medio (46 euro contro 26). In crescita i prodotti basici mentre la Mdd è progredita del 25%. Positivo anche maggio (+4%), con un trend analogo.


In occasione della conferenza stampa il retailer ha diffuso un report sui dati relativi al carrello della spesa degli italiani nella Fase 2: c’è un graduale ritorno alla normalità testimoniata dall’ascesa di prodotti per il make up, bevande per sportivi, prodotti da viaggio. Calano invece i “beni rifugio” da lockdown come pasta, conserve di pomodoro e carne in scatola. Presentati anche i risultati di un sondaggio di Havas H-Commerce: l’80% degli intervistati dichiara che presterà molta attenzione ai prezzi e alla qualità degli alimenti. I più continueranno a usare l’e-commerce per gli acquisti di prodotti da supermercato.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: