eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

lunedì 25 maggio 2020


Zucche, è già ora di pensare ad Halloween

L'autunno è ancora lontano, ma è già tempo di pensare alle zucche di Halloween. Le semine di questi prodotti, come ricorda Levantia Seed, sono ormai prossime e il simbolo della festa anglosassone è diventato un segmento di mercato molto interessante per i produttori italiani.

"Dal nostro osservatorio registriamo una crescita importante delle zucche di Halloween - spiega a Italiafruit News Samuele Pellegrini, direttore della ditta sementiera - Mentre in passato si importava molto dalla Germania, ora le produzioni italiane stanno prendendo sempre più piede".



Ma è una coltura tutto sommato nuova per l'Italia e in campagna ci sono ancora lacune da colmare. "Le zucche di Halloween sono piante che soffrono l'umidità, patiscono il troppo caldo e il troppo freddo, hanno bisogno di un clima quasi continentale - puntualizza Dante Chierici, tecnico della Levantia Seed - Abbiamo studiato i comportamenti delle nostre varietà nei vari areali di produzione e possiamo affiancare i produttori nel raggiungimento di ottimi risultati. Queste zucche si prestano sia alla semina diretta che al trapianto nei periodi che vanno da maggio a giugno, in modo di arrivare a raccolta tra la fine di settembre e i primi di ottobre. Sono ortaggi che non si conservano molto e hanno una resa tra i 200 e i 250 quintali a ettaro. Ci sono agricoltori che dopo la mietitura del grano piantano zucche per avere un secondo raccolto, quindi generalmente dopo il 20 giugno: è ancora un periodo buono e se per caso si arriva un po' lunghi, la zucca può essere sempre tagliata verde e fatta maturare; ammassate prendono colore velocemente".



Levantia Seed ha sviluppato un'ampia gamma, dalla zucca più piccola da mettere sul davanzale di casa, a quelle più indicate per la decorazione, con una buccia non troppo dura e poca polpa interna; per arrivare a quelle di dimensioni ancora maggiori, pensate per l'intaglio.



"Queste zucche - ricorda Pellegrini - si possono anche mangiare: tutte le nostre varietà sono edibili. Siamo sempre alla ricerca di novità e quest'anno abbiamo un campo prova con tipologie interessanti, per esempio resistenti all'Oidio e agli stress ambientali, in modo da dare sempre più garanzie agli agricoltori, sia dal punto di vista della produttività che della bella colorazione arancione".



Ma qual è la tipologia che va per la maggiore? "La pezzatura media, quella tra i 5 e gli 8 chilogrammi, accontenta la maggior parte dei supermercati - risponde il direttore della ditta sementiera veneta - Le zucche d Halloween stanno guadagnando spazi importanti in Gdo".



Tra le novità di Levantia c'è Polar Bear, una zucca Halloween bianca. "E' un prodotto che attrae, particolare, sembra quasi la zucca della carrozza di Cenerentola e a differenza delle altre ha una shelf-life lunga - conclude Samuele Pellegrini - In Italia non è molto conosciuta, noi la stiamo promuovendo dopo che sul mercato statunitense ha avuto un successo importante: per ogni informazione sulle nostre zucche ci potete scrivere a tecnico@levantiseed.it oppure contattare al 335/5662226".



Copyright 2020 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: