eventi
MACFRUT  DIGITAL

8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

venerdì 22 maggio 2020


Foggia, incendio alla cooperativa agricola Apod

L'incendio avvenuto martedì notte, in danno della cooperativa agricola 'Apod', a ridosso della Statale 16, a San Severo (Foggia), è l'ultimo di una serie di atti intimidatori avvenuti nelle ultime settimane in Capitanata.

Almeno tre gli episodi registrati, tutti slegati tra loro ma inseriti in una 'cornice' che diventa sempre più preoccupante. A finire nel mirino, la scorsa notte, è stata la cooperativa agricola che si occupa della commercializzazione di ortofrutta fresca e da industria per noti marchi commerciali. L'azienda è di proprietà di un imprenditore campano, già vittima della criminalità organizzata e che per questo vive da tempo sotto scorta.

A bruciare, sono state tre motrici di camion e decine di cassoni per la raccolta degli ortaggi; pochi dubbi sulla matrice dolosa del gesto. Sull'accaduto, che incassa la solidarietà e lo sdegno del presidente nazionale di Confcooperative, sono in corso le indagini dei carabinieri che stanno analizzando i filmati del sistema di videosorveglianza dell'attività. 

Nelle ultime settimane, stessa sorte è toccata ad altre due aziende agricole del territorio: lo scorso 11 maggio, ad Apricena, sono andati a fuoco 176 cassoni di cavolfiori presenti in una azienda situata nella zona Asi del paese, a ridotto della Statale 89; prima ancora, il 29 aprile, a Carapelle, un incendio ha distrutto oltre 4mila cassoni (vuoti) dal piazzale della cooperativa 'Natura Dauna'. Anche per questi due episodi indagano i carabinieri. 

L'episodio è stato al centro della riunione del coordinamento provinciale delle forze di polizia indetta dal prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, che ha disposto un rafforzamento delle misure di tutela. 

Fonte: Foggiatoday.it


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: