eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

venerdì 24 aprile 2020


«Le risorse stanziate dall'Europa sono insufficienti»

“Una proposta insufficiente, sia dal punto di vista finanziario che dei contenuti”, così il presidente di Alleanza cooperative agroalimentari Giorgio Mercuri commenta il pacchetto di misure annunciato dalla Commissione Agricoltura UE per ridurre l’impatto negativo sul comparto causato dalla pandemia Covid19.

“Le risorse attualmente stanziate, pari a circa 80 milioni di euro, risultano assolutamente insufficienti - prosegue Mercuri - Sarebbe a nostro avviso auspicabile l’attivazione immediata della riserva di crisi, che ammonta a 450 milioni di euro, oltre ad ogni eventuale residuo di bilancio, per dare supporto ai vari comparti agricoli alle prese con le conseguenze della diffusione del coronavirus”.

È necessario pertanto secondo Mercuri: “un grande sforzo supplementare da parte della Commissione, sia per includere anche il settore suinicolo e quello dell’olio tra i comparti che potranno beneficiare dell'ammasso privato, sia soprattutto per sostenere altre produzioni principali del bacino mediterraneo quali il vino e l’ortofrutta”.

Per il comparto ortofrutticolo la nostra richiesta principale resta un innalzamento fino al 70% del cofinanziamento delle misure dei Programmi operativi ed una flessibilità in merito alle condizioni di modifica, rendicontazione e di equilibrio dei Programmi operativi, misure che possono essere concesse a costo zero per il bilancio comunitario perché sarebbe in ogni caso rispettato il massimale di aiuti pari al 4,6% del Valore della produzione commercializzata”.

Per sostenere il comparto vitivinicolo, riteniamo necessario, insieme ai produttori di Francia e Spagna, che l’Europa attivi misure urgenti, quali la distillazione di crisi di 10 milioni di ettolitri con un budget specifico di 350 milioni di euro, l’ammasso privato e maggiore flessibilità nella gestione dei programmi nazionali di sostegno al settore.

Misure di sostegno specifiche e lo stanziamento di un budget dedicato sono necessarie anche per dare un aiuto reale e concreto ad un altro settore in grande sofferenza, il florovivaismo, dal momento che le misure che propone la Commissione, ovvero il ritiro dal mercato di una certa quantità di prodotto, se prese da sole non potrebbero avere alcun risvolto positivo”.

Fonte: Alleanza cooperative 


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: