eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

martedì 3 marzo 2020


Franchigie, ecco le percentuali proposte dalle assicurazioni

Assicurarsi contro le intemperie del clima o non assicurarsi? Questo il dilemma comune che i produttori di ortofrutta si pongono dopo l’apertura della campagna assicurativa 2020, partita da qualche giorno in Emilia-Romagna. La risposta alla domanda, quest’anno, risulta più ardua del solito per motivi di convenienza economica, come abbiamo già scritto ieri (clicca qui per leggere l’articolo) riportando lo sfogo di un produttore di albicocche emiliano-romagnolo. 

Secondo una prima ricognizione fatta da Italiafruit News, le varie compagnie assicurative hanno lievitato i costi delle polizze a causa degli andamenti sfavorevoli delle ultime tre annate agrarie, condizionate da continui eventi eccezionali, e della recente uscita dal mercato italiano di alcuni player riassicuratori.  

Per la provincia di Ravenna, a seconda del prodotto ortofrutticolo, si riscontra un rincaro pari al 10-12% rispetto al 2019; per Ferrara si parte da un +10-15% con quote ancora più elevate per le colture da seme. Questi aumenti, come già in parte detto, sono influenzati dalle perdite che le compagnie hanno registrato nel segmento dell’ortofrutta negli anni più recenti.

"Relativamente alle franchigie, le condizioni proposte per la campagna 2020 prevedono il 30% per gelo, brina, alluvione (esondazione di fiumi), siccità ed eccesso di pioggia. Tale percentuale scende al 15-20% per la grandine", spiega a Italiafruit News Aurelio Toschi, perito estimatore dei danni da avversità atmosferiche.

Si ricorda che i prezzi di indennizzo dei vari prodotti ortofrutticoli vengono stabiliti dal ministero dell’Agricoltura in base alle medie di mercato delle ultime annate. Non sono quindi definiti direttamente dal settore assicurativo. Il quale, per poter operare nella piena certezza, avrebbe però bisogno di basare le proprie scelte sul Piano di gestione dei rischi 2020, "tuttora non pubblicato da parte del governo nazionale", come evidenzia il tecnico.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: