eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

martedì 11 febbraio 2020


Nasce il connubio Rodoc - Enza Zaden

Nasce il connubio Rodoc srl - Enza Zaden, “dal seme alla tavola il meglio della natura”.
Rodoc Srl nasce nel 1994 con l'intento di proseguire e sviluppare l'impegno dei fratelli Russo nel settore ortofrutticolo, che in passato aveva in Ortofrutticola Russo Gerardo e f.lli il riferimento societario e commerciale. 
 
L'azienda si colloca nell'agro nocerino-sarnese, che conserva nel Dna territoriale la vocazione agricola che nei secoli l'ha connotato come area di eccellenze agricole grazie al clima ideale per la coltivazione di svariate colture tra cui cipollotto nocerino, pomodoro San Marzano, peperoni dolci di fiume, ortaggi di pregio come cavoli, scarole, finocchi fino ad arrivare alle lattughe.

Il prodotto viene lavorato e commercializzato in un opificio che si estende su una superficie di circa 8000 mq con celle frigo per lo stoccaggio del prodotto, più linee di lavorazioni e diverse linee di confezionamento per soddisfare appieno le esigenze della clientela e quindi quelle del consumatore finale.
Rodoc produce questi prodotti secondo gli standard delle buone pratiche agricole “Global Gap".

Parte della produzione commercializzata proviene dalle aziende agricole di famiglia, dislocate proprio nell'area dell'agro e in altre zone d'Italia. Ed il tutto parte proprio dalla ricerca della migliore varietà da offrire ai vari attori della filiera che la Rodoc srl fornisce.

Pasquale Russo (in foto) è il responsabile che segue questo aspetto, le prove varietali in campo e la scelta finale. “Da sempre mi sono occupato delle scelte varietali e sono anni che collaboriamo con Enza Zaden, anche grazie ad altre crop come finocchio, indivia riccia e scarola”. 




Russo motiva con queste parole la scelta di Alleria, la cappuccina da serra di Enza Zaden:
“L’ho provata da quando era ancora una sigla E01B.30402 e da subito ha mostrato una marcia in più rispetto ad altre varietà, l’anno scorso l’ho introdotta nel mio piano varietale e quest’anno per il periodo invernale per me esiste solo questa varietà”.

“Alleria - continua Russo - è una varietà che mostra una buona tenuta di campo ed ho potuta gestirla anche vari giorni dopo la maturazione: questa è una caratteristica essenziale per noi che lavoriamo in un mercato molto volubile nelle richieste. A fare il resto sono la sua forma, il suo volume e un fondo ben chiuso".

“Inoltre con Enza Zaden la ricerca varietale sta proseguendo anche con altre tipologie di lattughe - aggiunge il coltivatore - tipo le gentili da serra, ma restando alla cappuccina da serra ho la sensazione che nei prossimi anni vedremo altre varietà molto interessanti. Grazie alla collaborazione con Enza Zaden ho visto già quelle che saranno le future novità e posso assicurare che ci sarà l’imbarazzo della scelta.” 

Enza Zaden Italia ringrazia per la gentile collaborazione l’azienda Rodoc srl.

Fonte: Ufficio stampa Enza Zaden


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: