eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 13 settembre 2019


Zumex, boom di spremute self-service

La crescente attenzione nei confronti della salute e della sostenibilità alimentare ha fatto sì che le abitudini di consumo stiano cambiando rapidamente in Europa. 
Dopo quasi un decennio di declino del consumo di succhi nel vecchio continente, i dati e le analisi del settore iniziano a riflettere un profondo cambiamento di tendenze, con la crescita a due cifre di nuove categorie di succhi, come la “spremuta appena fatta in negozio” e le insistenti rivendicazioni sul consumo della “ugly fruits”; tale evoluzione si riscontra in diversi mercati, come in Spagna, in Francia e nel Regno Unito. Sono tendenze potenziate in modo diretto da Zumex, partner strategico di riferimento mondiale per lo sviluppo del business dei succhi.

Così, la spremuta appena fatta direttamente in negozio cresce del 12% in litri e del 15% in valore, cifre positive in contrasto con il calo del 4,2% in volume e la stagnazione in valore del settore dei nettari. Quindi i dati del settore dimostrano che i consumatori continuano a preferire i succhi di agrumi, ma sempre di più nella loro versione più naturale e attraverso l'esperienza self-service, nella quale l'utente è il protagonista dell'elaborazione immediata a partire da arance, pompelmi o lime naturali. Di fatto, queste preferenze sono confermate da un incremento in valore del segmento, che raggiunge un prezzo medio di 3,41 euro il litro ed è già quello che genera maggior valore nel settore dei succhi.

In questo contesto di contrapposizione di tendenze, Zumex, leader mondiale dei sistemi di spremitura, è stato il player chiave nel cambiamento dei consumi di succhi in Europa con la creazione e la leadership del segmento. 
“La spremuta appena fatta registra una crescita a due cifre in Europa rispetto al calo del resto dei segmenti. La scelta dei consumatori è chiara in paesi come la Spagna, dichiarato recentemente come il paese più salutare del mondo, la Francia e il Regno Unito” sottolinea Víctor Bertolín, Ceo di Zumex group. 

Il progetto di Zumex è iniziato precisamente con l'innovazione dei sistemi di spremitura, che hanno dimostrato una grande efficacia nel potenziare sia la creazione di un segmento di succhi, sia il consumo di tutti gli agrumi, a prescindere dall'aspetto o dal calibro, per evitare così gli sprechi alimentari di tutta quella frutta e verdura considerata “ugly foods”, prodotti rifiutati dal mercato per ragioni estetiche.


La forza della spremuta appena fatta in negozio: crescita controcorrente rispetto all'industria europea
Una famiglia spagnola su dieci sceglie la spremuta appena fatta, una nuova categoria già consolidata in Spagna nel settore della grande distribuzione, con una penetrazione nelle famiglie dell'11%, secondo uno studio elaborato da Zumex. La ricerca mette in risalto la recente creazione di questa categoria nel mercato spagnolo grazie all'inserimento dei suoi spremiagrumi nelle principali catene di retail.

Una nuova categoria in Spagna, all'interno del settore della grande distribuzione, che i campioni delle ricerche di mercato iniziano a includere grazie alla sua continua crescita. Questo cambiamento di tendenze riguarda direttamente i succhi di frutta confezionati, sia quelli a temperatura ambiente, sia refrigerati, che perdono punti rispetto alle spremute appena fatte. Inoltre, negli ultimi tempi le spremute appena fatte in negozio hanno guadagnato quota di mercato in paesi europei come la Spagna e la Francia.

Per di più, nel caso della Francia, secondo un altro studio, gli spremiagrumi in negozio hanno dimostrato di essere il motore della crescita dei succhi. Solo i negozi che dispongono di uno spremiagrumi riscontrano una crescita d'insieme della categoria dei succhi, rispetto alla tendenza in calo dei succhi in generale nei negozi senza spremiagrumi. 

Fonte: Ufficio stampa Zumex


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: