eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

Black Supermarket Carrefour martedì 16 luglio 2019


Il Black Supermarket di Carrefour, spot per la biodiversità

La lotta per la biodiversità di Carrefour, declinata nella campagna Black Supermarket, ha vinto i Cannes Lions 2019 nella categoria Creative Effectiveness. L'insegna francese si è affermata in uno dei premi più importanti in ambito pubblicitario, ma è il risultato concreto dell'iniziativa che fa veramente notizia: la catena della Gdo, dopo questa presa di posizione che evidenziava l'assurdità del catalogo europeo delle specie autorizzate (Official Catalogue of Authorized Species), è riuscita a far cambiare (in parte) la legge che regolamente la commercializzazione delle sementi.



Black Supermarket come un sottile gioco sul "mercato nero" di frutta e verdura: Carrefour ha proposto in alcuni punti vendita varietà di frutta e verdura i cui semi non facevano parte del catalogo ufficiale, uno spot a favore della biodiversità agro-alimentare.



"I consumatori oggi acquistano e consumano appena il 3% delle varietà di frutta, verdura e ortaggi presenti in natura - sottolinea la catena - il 3% tra l’altro non sempre più buono e più sano". Carrefour ha firmato un impegno quinquennale con gli agricoltori che hanno aderito alla campagna per commercializzare quei prodotti "vietati" e nel maggio di quest'anno l'Unione europea haa ratificato nuove norme riautorizzando la vendita dei semi di quelle specie. Nei Black Supermarket sono state vendute 70 tonnellate tra carote, rape e patate praticamente sconosciute ai consumatori, che hanno sposato la campagna di Carrefour firmando anche la relativa pezione online per cambiare la legge. L'esperimento di marketing esperienziale può dirsi riuscito e anche il peso politico della catena ne esce rafforzato.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: