eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 2 luglio 2019


«Prezzi record per l'anguria in Sicilia»

Prezzi bassi per le drupacee, ma non per meloni e angurie, che "approfittano" del previsto "buco produttivo" per spuntare quotazioni particolarmente sostenute. Al Mercato di Palermo la frutta estiva viaggia su due binari distinti: “Le angurie siciliane si attestano sopra l’euro il chilo - dice il grossista Alberto Argano - il melone cantalupo è tra 1,50 e 1,60 e il gialletto nostrano viaggia sugli 80-90 centesimi. Tra una settimana circa, con l’entrata in scena dell’anguria coltivata in pieno campo, lo scenario dovrebbe cambiare, ma per il momento questo prodotto sta ottenendo quotazioni record, per il periodo: mai aveva superato la soglia dell’euro tra fine giugno e inizio luglio. C’è pochissima offerta: in questi giorni sono approdate in Mercato angurie greche ma la disponibilità resta inferiore alla domanda”.

“Per pesche e nettarine, ora mediamente sotto l’euro, siamo in attesa dell’ondata di piena che dovrebbe ridimensionare ulteriormente i prezzi", prosegue il grossista. "Le ciliegie veleggiano tra 80 centesimi e un euro nel caso del prodotto locale, decimato però dal maltempo, mentre per i frutti campani la forbice è tra 1,50 e 2 euro. Nella norma i prezzi degli ortaggi”. Il Mercato di Palermo è una vetrina privilegiata per la ricca produzione ortofrutticola isolana: “L’unica referenza che arriva regolarmente da fuori Sicilia è la lattuga iceberg, il resto è di provenienza locale”, conclude Argano. 

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: