eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 10 giugno 2019


Coldiretti Torino, pagamenti in netto ritardo

Il comparto frutticolo piemontese, già messo a dura prova dal clima e dalla “maledetta primavera” deve affrontare criticità ben più amare che offuscano la dolcezza dei frutti prodotti. 

"La situazione per i produttori si sta facendo preoccupante - spiega il presidente di Coldiretti Torino, Fabrizio Galliati - a causa dei tempi di pagamento estremamente dilatati. Solitamente, le pesche vengono pagate entro Natale: quest’anno si è dovuto attendere ulteriori 60 giorni; un ritardo di due mesi senza alcuna giustificazione".

"Le mele estive, ovvero quelle del gruppo Gala, vengono pagate solo in questi giorni, quando la raccolta è avvenuta 300 giorni fa. Le susine sono state pagate a marzo: di solito lo si faceva 90 giorni prima. E tutto tace sui pagamenti riguardanti le mele autunnali e i kiwi. Eppure la Gdo, Grande distribuzione organizzata, rispetta i pagamenti entro i 60 giorni. A questo punto viene da chiedersi che ruolo stanno giocando i centri di condizionamento. Una cosa è certa: questo sistema sta lentamente strangolando le nostre imprese che si espongono con costi ingenti, fanno da banche, cercano con ogni sforzo di migliorare costantemente la qualità delle produzioni venendo sempre più incontro ai gusti dei consumatori, ma sono l’anello più debole e dimenticato di tutta la filiera".

Fonte: www.nonsolocontro.eu


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: