eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019

leggi tutto

martedì 30 aprile 2019


Caro peperone, i prezzi impennano fino a 4 euro il chilo

Il calo drastico dell'offerta di peperoni gialli, rossi e verdi sta determinando un forte rialzo dei prezzi sui mercati ortofrutticoli all'ingrosso. Le quotazioni di tutte le tipologie sono praticamente raddoppiate nel corso dell'ultima settimana, come spiega a Italiafruit News Luigi Battisti, titolare della Loffredo-Stella, azienda specializzata in ortaggi che opera all'interno del Centro Agroalimentare di Bologna.

"Le due tipologie di maggior consumo, quadrata e lunga, stanno mancando sia in Italia sia in Olanda e Spagna. La zona dell'Almería ha quasi finito la campagna, mentre sta cominciando Murcia. La Sicilia può contare ancora su produzioni di buona qualità ma molto delicate a livello di shelf life", sottolinea Battisti.

"Di conseguenza, le quotazioni del prodotto sono impennate subito dopo Pasqua e si stanno mantenendo su livelli altissimi. Oggi (lunedì 29 aprile per chi legge, ndr) il peperone olandese si è venduto a 3,5-4 euro il chilo; lo spagnolo a 2,5-3 euro/kg, mentre quello siciliano, uniforme all'interno del collo, ha spuntato da 2,30 a 2,50 euro/kg".



Per il resto degli ortaggi, Battisti segnala un deciso abbassamento dei prezzi per le zucchine sia chiare sia scure, in atto ormai da una decina di giorni. "Il mercato è fermo e le quotazioni sono arrivate a livello molto bassi". Per il pomodoro si deve invece annoverare l'ingresso delle prime partite di grappolo olandese di buona qualità, cedute a prezzi estremamente economici: 1-1,1 euro il chilo. 

"Le produzioni dell'Olanda - conclude l'operatore - hanno avuto un impatto violento sul mercato del grappolo siciliano. In generale, nel corso delle ultime due settimane, periodo di feste pasquali e ponti, la vendita di pomodori ha registrato un andamento lento a causa del ritorno del clima freddo che ha ridotto i consumi".
 
Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: