eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019

leggi tutto

giovedì 2 maggio 2019


Sicilia, Slow Food rivaluta il Pomodoro Buttiglieddu

E' stata fondata la “Comunità Slow Food di Licata”, una delle prime in Sicilia e che sarà presentata ufficialmente ad Enna il prossimo 4 maggio, in occasione dell'assemblea regionale dei soci Slow Food Sicilia.

All'origine del progetto, voluto da dieci licatesi impegnati nel sociale, e che a vario titolo ormai da anni si occupano di food, territorio e rivalutazione dei prodotti della terra, c'è la voglia di "sostenere le cosiddette colture resilienti, tutte quelle colture nate in località disagiate e a rischio di abbandono".

"Le colture - aggiungono i fondatori della comunità - potranno essere orti, campi di grano, alberi e qualsiasi altro tipo di attività agricola che è tipica di un territorio e che è stata abbandonata o è a rischio di cementificazione. Le colture resilienti, si possono individuare in territori montani o in piccole isole nel mare, ed hanno in comune la possibilità di recuperare antiche colture da inserire nell'Arca del Gusto".

Il progetto è ampio e prevede, d'accordo con Slow Food, tutta una serie di colture, ma l'idea in prima battuta è quella di rivalutare il Pomodoro Buttiglieddu, coltura antichissima che a Licata, purtroppo, è quasi sparita. Da qui la scelta di pensare a collaborazioni con chi, già da qualche mese, è impegnato nel tentativo di far riscoprire il Buttiglieddu.

Portavoce della Comunità Slow Food di Licata è stato nominato Giuseppe Patti, responsabile provinciale della Cna Turismo. I soci fondatori della Comunità licatese sono: Alfredo Quignones, Angelo Augusto, Cettina Callea, Daniele Ciancio, Gianluca Graci, Giuseppe Patti, Marianna Bianchi, Marilia Peritore, Raffaella Ciancio, Rosario Callea.

Fonte: Giornale di Sicilia


Altri articoli che potrebbero interessarti: