eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
SANA 
Bologna
6-9 Settembre 2019 
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 5 aprile 2019


Piccoli frutti, i vantaggi delle soluzioni Arrigoni

Arrigoni, realtà leader a livello internazionale nel settore tessile tecnico per l’agricoltura, è stato tra i protagonisti all’edizione 2019 del Global Berry Congress, svoltosi dal 25 al 27 marzo a Rotterdam. Con un intervento tenuto da Milena Poledica, agronoma e ricercatrice del gruppo, invitata per l’occasione a questo esclusivo appuntamento, l’azienda ha presentato a una platea di operatori e ospiti internazionali le proprie innovative soluzioni “100% green” per proteggere i piccoli frutti da eventi atmosferici e insetti dannosi.

“La produzione di frutti rossi – ha rilevato tra l’altro Poledica - non conosce crisi, grazie al sempre maggiore interesse che questi super food suscitano tra i consumatori di tutto il mondo. Un dato, su tutti, può aiutare a comprendere il trend in corso: mentre nel 2017 sono stati raccolti nel mondo 13,4 milioni di tonnellate di berries (piccoli frutti e fragole), nel 2020 ne sono previste 15,4 milioni di tonnellate (fonte: Ncx Drahorad). Nello specifico, oltre il 70% della produzione mondiale di piccoli frutti è costituita da fragole, ma cresce anche la produzione di mirtilli, lamponi e more. Nel 2020 verranno raccolti 2 milioni di tonnellate di mirtilli, rispetto ai 1,7 milioni di tonnellate del 2017. Il volume di lamponi e more aumenterà dagli 1,3 milioni di tonnellate del 2017 agli 1,4 milioni di tonnellate del 2020".

"Tuttavia – prosegue Poledica - come accade per altre colture ad alto valore, coltivare frutti di bosco comporta un elevato livello di rischio perché si tratta di produzioni molto sensibili alle condizioni ambientali. I produttori di mirtilli, fragole, lamponi cercano costantemente modi per ridurre l’impatto ambientale e rispondere alle crescenti esigenze del mercato e a quelle selettive dei consumatori. In tale contesto si inserisce l’impegno di Arrigoni per aiutare i coltivatori di frutti di bosco di tutto il mondo a migliorare la qualità, la sostenibilità e assicurare la produzione di mirtilli, fragole, lamponi e altri frutti di bosco”.



In primo luogo, per riprodurre le condizioni ideali del sottobosco al fine di coltivare fragole, mirtilli e lamponi, c’è Robuxta® Mdf White. I vantaggi che questa soluzione assicura sono diversi e si possono sintetizzare in una serie di concetti chiave: elevata resistenza meccanica; migliore distribuzione della luce intorno alle piante; migliori risultati nello sviluppo omogeneo e nel vigore delle piante grazie al colore bianco (meno perdite e maggiore irradiazione utile per la fotosintesi);  giusto livello di luce anche per piante con ridotta necessità di irradiazione; ambiente più fresco e piante più vigorose, sempre grazie alla scelta del colore bianco; minori danni dovuti a radiazione diretta grazie alla diffusione e alla riflessione dei raggi infrarossi.

I vantaggi della soluzione Robuxta® Mdf White, illustrati da Poledica in occasione del congresso, sono stati anche misurati sul campo, grazie a due diverse sperimentazioni condotte in Sud Italia e in Sudafrica. “In Italia - ha spiegato la ricercatrice - le prove in campo hanno evidenziato, per i piccoli frutti protetti con Robuxta® Mdf White, un aumento della produttività fino al 41,34%. Anche la qualità stessa è migliorata: il 63,4% dei frutti si è rivelato ideale in termini di calibro e colore, con una seconda scelta che è scesa al 36,6%, rispetto al 45 o 55% dei sistemi di protezione tradizionali. Grazie a un livello di ombreggiamento ottimale (46%), si riproducono di fatto le condizioni del sottobosco, con minori temperature di 4 – 5 gradi anche nei mesi più caldi, il che agevola lo sviluppo delle piante e facilita il lavoro degli operatori. Un’altra prova in campo molto convincente – ha proseguito - è stata fatta in un impianto di mirtilli in Sudafrica, questa volta con Robuxta® Ldf White, ovvero uno schermo protettivo a maglie leggermente più larghe (Low density factor). In questo caso, con una temperatura esterna di 34°, nella zona delle foglie la temperatura registrata è stata di 28°. Il periodo del trapianto, inoltre, viene in questo modo anticipato di 2 – 3 settimane, permettendo così di ottenere i frutti nel momento in cui i prezzi sul mercato sono i più alti.
Non meno importante nella composizione chimica del filato degli schermi Robuxta® Mdf White e Ldf White è stato inserito un additivo, l’esclusivo LD – Light Diffusion, che aumenta la diffusione della luce; essendo esso stesso parte della rete, il suo potere selettivo non cambia nel tempo”.

Analoghi vantaggi, a livello di additivo LD e di proprietà termo-riflettenti, si possono ritrovare anche con gli schermi Prisma® di Arrigoni. Per disporre di una barriera insuperabile contro gli insetti dannosi per i piccoli frutti, Robuxta® Mdf White e Prisma® sono integrabili con gli schermi in Biorete Air Plus® di Arrigoni, realizzati in monofilo di polietilene ad alta tenacità, efficaci nell’impedire che gli insetti nocivi raggiungano i raccolti e causino danni, aumentando allo stesso tempo la circolazione dell’aria all’interno. Il sistema di protezione antinsetto riduce di conseguenza la necessità dei pesticidi, con soluzioni che arrivano a contrastare gli attacchi di Drosophila Suzukii e altri insetti.

Ancora, per le aree piovose la soluzione di Arrigoni è Protecta®, un tessuto a magliatura molto fitta che protegge le colture dalla pioggia, ma consente un adeguato passaggio d’aria. Opportunamente inclinato, esso riduce del 90% il passaggio della pioggia ma, al contempo, consente un sufficiente passaggio d’aria, permettendo la conservazione di un buon microclima interno e la protezione da vento, gelo e sole. Anche il tessuto antipioggia a copertura orizzontale può essere integrato dalla protezione laterale fornita dagli schermi in Biorete®, efficaci nell’impedire agli insetti di entrare in contatto con le piante e di arrecare danni in frutticoltura.

Completano le proposte Arrigoni per i piccoli frutti le reti antigrandine Fructus® e gli schermi bioclimatici Arricover®. Questi ultimi, in particolare, sono stati pensati per il pieno campo e, in un’unica soluzione, migliorano il microclima e proteggono da gelo, insetti e grandine leggera.

Fonte: ufficio stampa Arrigoni


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: