eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
SANA 
Bologna
6-9 Settembre 2019 
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Frutta e verdura nelle scuole giovedì 28 marzo 2019


Frutta e verdura nelle scuole, all'Italia vanno 21 milioni

La Commissione europea ha stanziato circa 250 milioni di euro per distribuire frutta, verdura, latte e latticini nelle scuole primarie. Di questi, l'Italia beneficerà di circa 30 milioni di euro: 20,8 per l'ortofrutta e 9,1 milioni per i prodotti a base di latte. Il nostro Paese, così, conferma sostanzialmente la dotazione dell'anno passato. 

I fondi, allocati con il bilancio della Pac, copriranno i programmi di distribuzione per l'anno scolastico 2019/20 dei 28 Stati membri e le connesse attività di informazione per promuovere abitudini alimentari sane. L'Italia è in assoluto il terzo maggiore beneficiario, dietro a Germania (35,7 milioni di euro) e Francia (35,1 milioni) e davanti a Polonia (25,6 milioni) e Spagna (22,8 milioni). Tutti i Paesi potranno comunque integrare i fondi europei con finanziamenti nazionali.



"Grazie al programma scolastico dell'Ue - dice il commissario all'Agricoltura Phil Hogan - i nostri giovani cittadini possono beneficiare del cibo nutriente, sicuro e di alta qualità prodotto dai nostri agricoltori europei, imparando anche da dove proviene e stabilendo abitudini salutari sin dalla giovane età".

La Commissione europea ha pubblicato anche le relazioni per Paese per l'anno scolastico 2017/18, quando in Italia il programma ha coinvolto quasi ottomila istituti e 1,3 milioni di studenti. Nel complesso, in tutta l'Ue hanno partecipato circa 159mila scuole e 20 milioni di studenti, che hanno consumato un totale di 255mila tonnellate di frutta e verdure.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: