eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019

leggi tutto

martedì 12 febbraio 2019


Emisfero di Perugia, nuovo look per il reparto ortofrutta

L'ipermercato Emisfero di Perugia, di proprietà del Gruppo Unicomm (Gruppo Selex), ha rinnovato il layout del reparto ortofrutta cercando di rispondere alle nuove esigenze dei consumatori. 

“Gli italiani quando fanno la spesa - racconta a Italiafruit News Claudio Fent, tecnico di Unicomm - cercano sempre più ordine, pulizia e chiarezza nella lettura del display. Da qui abbiamo scelto di dare un nuovo volto al reparto".



La ristrutturazione interna, eseguita la scorsa settimana, ha previsto l'ampliamento degli spazi dedicati alla frutta secca e ai prodotti di IV e V Gamma, nonché l'introduzione di un'area esclusiva per il biologico. L'assortimento si è arricchito anche di produzioni ortofrutticole locali, quali ad esempio le patate rosse di Colfiorito e le cipolle di Cannara.

"L’area di vendita - sottolinea Fent - ricorda un po' i classici mercati rionali e occupa circa 220 metri quadrati. Abbiamo potenziato gli spazi refrigerati, cercando di dare evidenza anche a insalate miste, crudité e macedonie preparate in loco e a tutto il mondo dell'esotico".



“Inoltre - prosegue - abbiamo rivisto gli spazi della I Gamma, migliorando la leggibilità e la sequenza dei prodotti e rivolgendo una attenzione particolare alla profondità dell'assortimento. Occorre segnalare, infine, il lancio dell'area bio che andremo a caratterizzare con pannelli e comunicazioni ad hoc nel corso delle prossime settimane". 

"Alla ristrutturazione interna di Perugia - conclude Fent - seguirà ora la revisione totale dell'ipermercato Emisfero di Scorzè, in provincia di Venezia, che sarà rilanciato a marzo".

Pubblichiamo, qui di seguito, una carrellata di fotografie sul nuovo reparto ortofrutta dell'iper perugino.

 



















Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: