eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
SANA 
Bologna
6-9 Settembre 2019 
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 12 febbraio 2019


Mandarini tardivi, a Ciaculli (Palermo) tutto bene

A Palermo sono giornate di lavoro intenso per il Consorzio del mandarino tardivo di Ciaculli, ente che gestisce la produzione e la commercializzazione del rinomato presidio Slow Food, disponibile sul mercato da gennaio a marzo. "Stiamo distribuendo dai 400 ai 600 quintali al giorno - spiega a Italiafruit News il presidente Giovanni D'Agati - Si tratta di mandarini sia a lotta integrata sia biologici che vengono confezionati da ben 40 dipendenti del Consorzio".

"La stagione 2019 - evidenzia D'Agati - è iniziata molto bene a fronte di caratteristiche qualitative eccellenti e di prezzi di vendita interessanti. Quest'anno, rispetto alla scorsa campagna, predominano le pezzature più piccole, ma la risposta dei nostri clienti della Gdo si conferma sempre molto positiva”.

“Gli italiani, in particolare, stanno riscoprendo il lusso tradizionale del Mandarino tardivo di Ciaculli. Ci premiano soprattutto per l'aroma e il profumo inconfondibili. La presenza dei semi, inoltre, è un valore aggiunto perché rispetta la nostra tradizione".



"Il nostro compito - sottolinea ancora il presidente del Consorzio - è quello di produrre e vendere bene per tutelare il territorio agrumetato di Ciaculli, l'ultimo baluardo della Conca d'oro. Raccogliamo i prodotti al giusto grado di maturazione e selezioniamo, sia in campo che in magazzino, la migliore qualità possibile rispetto a ciò che la natura e il clima ci offrono".

"A questo proposito - conclude - ci tengo a evidenziare che ognuno dei nostri frutti è un'opera della natura. Ogni mandarino è sempre diverso dall'altro, anche in una stessa pianta. Le differenze di colorazione, solo per fare un esempio, sono correlate alla particolare esposizione solare: le parti delle piante esposte a Est prendono molto più sole rispetto a quelle esposte a Ovest".  



Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: