eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 28 gennaio 2019


Crisi Superdì: Italmark e Famila riaprono 14 negozi

Via libera del tribunale di Monza al passaggio di 14 supermercati ex Superdì-Iperdì alle catene Italmark e Maxidì (Famila) che potranno quindi proseguire con le riaperture e garantire lavoro a quasi 300 dipendenti. E ora si attende chiarezza, in tempi brevi, sulla sorte di altri cinque store ex Iperdì. La vendita dei Superdì, come riportano i quotidiani lombardi, era stata bloccata a inizio gennaio dalla richiesta di alcuni creditori che temevano un intento fraudolento nell’operazione. Ma per il tribunale monzese non esistono i presupposti per revocare l’ammissione alla procedura di concordato preventivo, concessa nell'agosto 2018 alla società controllata dalla famiglia Franchini. Stando ai rumors, tra le catene interessante ad alcuni dei 45 Pdv che erano complessivamente gestiti del retailer in difficoltà ci sarebbe anche Conad.

E ora è tempo di riaperture: le prime saranno quelle a marchio Famila di Barlassina (Milano) e Robbio (Pavia), dove i supermercati sono già pronti. Sarà poi la volta di negozi Italmark che andranno ad aggiungersi ai tre tornati operativi a dicembre, tutti in Brianza, a Cogliate, Muggiò e Cornate d’Adda. 



A metà gennaio, intanto, un gruppo di circa 200 dipendenti che non percepiscono lo stipendio da luglio si è radunato sotto la sede della Regione Lombardia per protestare durante il consiglio regionale. Il gruppo ha incassato la solidarietà del presidente Fontana e dell’assessore al Lavoro Melania Rizzoli, fiduciosa che “si possa trovare una soluzione capace di salvaguardare gli oltre mille lavoratori del gruppo". 



Riccardo Colombo, dirigente dell’azienda in crisi, aveva in precedenza spiegato come a causare le difficoltà fossero stati problemi interni di riorganizzazione e, soprattutto, "le vicende della Banca Popolare Veneta e della Popolare di Vicenza, che hanno provocato grave carenza di liquidità al Gruppo".

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: