eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
SANA 
Bologna
6-9 Settembre 2019 
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 18 gennaio 2019


Radicchi, nel Trevigiano è boom di coltivazioni Igp

Svolgere azioni di promozione e valorizzazione in alcuni mercati europei, come Francia, Regno Unito, Svizzera e Germania, dare un ulteriore impulso all’attività di vigilanza, costituire un catasto interno per il monitoraggio delle superfici e delle singole varietà. Questi i principali obiettivi che si pone per il prossimo triennio il Consorzio di tutela del Radicchio Rosso di Treviso Igp e Radicchio Variegato di Castelfranco Igp, guidato dal nuovo presidente Andrea Tosatto. Che lavorerà, in particolare, per sdoganare definitivamente questi radicchi da prodotti locali a referenze che coprono il giusto posto a fianco delle migliori Igp ortofrutticole.

La stagione, quest'anno iniziata in leggero ritardo, è stata finora positiva e caratterizzata da prezzi in leggero aumento rispetto alle precedenti annate. La qualità di prodotto si conferma sempre elevata. Ma è lo sviluppo della coltivazione che, più di ogni altra cosa, fa ben sperare per il futuro. 



Oggi, secondo i dati ufficiali del Consorzio, sono infatti più di 500 gli ettari di superficie coltivata nelle tre varietà locali. Negli ultimi cinque anni, in particolare, si può evidenziare una curva in continua crescita, con un incremento del prodotto certificato che, dal 2013, è aumentato del 60% per il Radicchio rosso di Treviso Tardivo ed è quintuplicato (+550%) sia per la varietà Precoce che per il Radicchio Variegato di Castelfranco Igp. 

"La crescita delle superfici - fa sapere il Consorzio di tutela - è un segnale che attesta una rinnovata fiducia nei consumatori nei nostri radicchi Igp e che certifica, dopo molti sacrifici, la qualità del lavoro svolto dal Consorzio dalla sua costituzione nel 1996 in termini di promozione, valorizzazione e tutela".



Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: