eventi
FRUIT LOGISTICA
Berlino
6-8 Febbraio 2019
BIOFACH 2019
Norimberga
13-16 Febbraio 2019
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019

leggi tutto

mercoledì 5 dicembre 2018


Spagna, l'ortofrutta bio vale il 45% del mercato

In Spagna i consumatori spendono ogni giorno più di cinque milioni di euro per comprare alimenti e bevande biologici, con la frutta e la verdura che pesano per circa il 45% delle vendite totali del comparto. A fornire questi dati è stato Francisco Javier Maté, vice direttore generale per l'agricoltura biologica del ministero spagnolo (Mapa), in occasione del salone BioCultura Madrid 2018.

Nel complesso, ha spiegato il rappresentante del governo, il mercato iberico dell'alimentare bio ha mosso un giro d'affari record nel 2017, raggiungendo un fatturato di 1,96 miliardi di euro (in Italia siamo a 3,5 miliardi, ndr), il +16,4% rispetto al 2016 e addirittura il doppio rispetto al 2013.

Il biologico ha ampi margini di crescita poiché rappresenta ancora una quota poco influente del mercato, pari a circa il 2% della spesa alimentare degli spagnoli. I migliori acquirenti sono gli under 25 - ha detto Matè - che mostrano un forte interesse ad adottare stili di vita sani, sostenibili ed eco-consapevoli. 

La Spagna, tra l'altro, è il primo Paese di produzione bio a livello europeo, con poco più di due milioni di ettari per l'agricoltura e l'allevamento bio. Segue il nostro Paese con circa 1,8 milioni di ettari, pari al 15,4% della superfice nazionale (fonte: Mipaaft).

"La produzione biologica, in questo momento, è una delle maggiori opportunità per l'economia spagnola", ha commentato Susana Andrés Omella, project director di Organic Food Iberia, la nuova fiera internazionale b2b che si terrà a Madrid i prossimi 6 e 7 giugno 2019. "I nuovi dati del Mapa mostrano chiaramente che gli spagnoli apprezzano sempre più i cibi biologici e che molti di loro li acquistano con maggiore regolarità".

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: