eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 30 novembre 2018


Finocchi, torna il (Primo) Sole

L’avvio della campagna del finocchio autunnale è stato abbastanza anomalo. Temperature sopra la media stagionale, scarse rese e consumi fermi hanno caratterizzato il mese di ottobre e buona parte di novembre. Ora il freddo sembra dare una mano al mercato.

"In ottobre abbiamo registrato temperature mediamente alte ed elevata piovosità - spiega Giuseppe Appio, amministratore unico della Op Primo Sole di Montescaglioso (Matera) - Il caldo ha favorito un'eccessiva crescita delle piante con deformazioni che le hanno rese non lavorabili. L’eccessiva umidità dell’aria e del terreno, poi, ha causato parecchi problemi di marciume e ingiallimento delle foglie esterne. Di conseguenza, abbiano avuto rese molto basse in campagna, circa il 60% in meno rispetto alla norma, e rese altrettanto basse in magazzino. La domanda, sempre per via del caldo, non è stata sostenuta, pertanto prezzi e volumi sono stati abbastanza bassi".



"Da produttori - continua Appio - riusciamo a intervenire nella scelta dei terreni e delle zone più vocate per le produzioni precoci, ma anche su sesti di impianto e tecniche colturali, ma in annate anomale come queste è davvero difficile".

In questi giorni, con l’abbassamento delle temperature e il cambio varietale, sembra esserci un risveglio dei prezzi in campagna e un incremento della domanda. "I prezzi, però, sono ancora stabili. Fortunatamente sul mercato estero, che vale per noi più del 70% del fatturato, stiamo spuntando prezzi leggermente superiori - aggiunge l'imprenditore lucano - Questo grazie alla capacità che abbiamo sviluppato negli anni di offrire un prodotto con elevata shelf-life e una lavorazione più accurata in magazzino".



"In quest'ottica - conclude Appio - proprio in questi giorni stiam ultimando la certificazione Ifs, che ci darà la possibilità di rafforzare i rapporti con l’estero. La nostra ambizione però rimane quella di  valorizzare il prodotto sul mercato nazionale, e ci stiamo lavorando".

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: