eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 19 novembre 2018


Peperoni, c'è qualcosa di nuovo

Precoce, produttiva e costante. Sono i tre aggettivi che contraddistinguono la pianta del nuovo peperone Seminis, e tutti preceduti dall’avverbio “più”. Sì, perché i genetisti che hanno selezionato Delor (così si dovrebbe chiamare SVPH4397) e i produttori che l’hanno provato sono concordi su questi quattro aspetti: la pianta è di media vigoria e si adatta bene all’innesto. I frutti sono regolari per forma, hanno pezzatura di 400-500 grammi e ottima colorazione rossa. Delor mostra maggiore precocità rispetto ai concorrenti e continuità di produzione per ottenere rese elevate (il 20-30% in più rispetto alle varietà in coltivazione) a fine ciclo.

“La presentazione di un nuovo prodotto è sempre un momento speciale – dice Salvatore Cascino, responsabile sviluppo prodotti peperone Seminis - Delor (SVPH4397) è il coronamento di molti anni di prove, in differenti aree diverse e in numerose aziende agricole. La passione dei nostri tecnici, degli agricoltori che hanno collaborato con noi e le migliaia di dati raccolti e analizzati sono gli ingredienti del nuovo peperone mezzo lungo rosso Delor”.



Delor (resistente HR TM:0-3 e IR TSWV) si presta per trapianti primaverili sia al Nord sia al Centro-Sud. Si adatta anche all'innesto e ai cicli lunghi.

“Per un migliore sviluppo della pianta suggeriamo buone concimazioni azotate a inizio ciclo e all’allegagione del primo palco e, per un miglior equilibrio pianta/frutti, di continuare le concimazioni azotate o rimuovere i frutti in eccesso in funzione dell’allegagione. Per migliorare la copertura fogliare ed evitare scottature ai frutti, invece, vanno ridotte le potature. Tra giugno e settembre, poi, va ridotta l’intensità luminosa in serra per esaltare la colorazione dei frutti. Infine – conclude Cascino – consigliamo di evitare trapianti insieme a varietà vigorose, a causa delle differenti esigenze di fertilizzazione e gestione della coltura”.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: