eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 16 novembre 2018


Melanzane, prezzi verso la normalità

Fino a qualche giorno fa al Mercato di Vittoria (Ragusa) si acquistavano le melanzane a 1,90 euro (il prezzo in genere è sull’1,50), il che significa circa 2,30 euro al Nord Italia, perché si devono sommare i costi di imballaggio, lavorazione e trasporto. Ma, da ieri, si registra qualche primo segnale di decremento.

“Il rincaro degli ortaggi, dovuto alla scarsa disponibilità di prodotto, non ha riguardato solo le zucchine e i carciofi, ma anche le melanzane – dice a Italiafruit News Nuccia Alboni, responsabile marketing dell’azienda Ortonatura di Vittoria (Ragusa) – Se i primi due hanno risentito, soprattutto, dei danni da maltempo che negli ultimi 20 giorni ha colpito molti areali di produzione, per le melenzane l’innalzamento dei prezzi si deve soprattutto al ritardo della produzione sotto serra.Caldo e umido, infatti, hanno fatto cadere i fiori che dovevano fruttificare per primi e provocato anche qualche muffa L’offerta ridotta riguarda sia le viola e le striate, le più costose, sia le lunghe e le tonde”.



L’aumento delle quotazioni però non è stato recepito dai clienti del Nord Italia, che si sono spostati verso il prodotto spagnolo. “Evidentemente - osserva Alboni - il consumatore non compra e i prezzi iniziano a scendere – Per fortuna, i mercati del Centro Italia come anche quelli del Nord Europa stanno mantenendo alta la loro richiesta”.



Secondo la Borsa Merci Telematica Italiana - il mercato telematico dei prodotti agricoli, agroenergetici, agroalimentari, ittici e dei servizi logistici - l’effetto che stanno registrando alcune coltivazioni orticole nel periodo invernale potrà avere ripercussioni anche sugli agrumi.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: