eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 14 novembre 2018


Torna la zucchina d'oro: punte da 4 euro il chilo

Non si ferma il periodo della "zucchina d'oro". Il prodotto, anche ieri, è continuato a scarseggiare nei Mercati all'ingrosso italiani e, tra gli operatori, c'è chi lo ha ceduto a prezzi di quattro euro il chilo. L'offerta dovrebbe rimanere molto limitata per il resto di questa settimana, forse anche per quella successiva, considerando l'arrivo del freddo invernale previsto per la seconda parte di novembre. Con possibilità di neve al Nord Italia.

All'Ortomercato di Torino, come spiega l'agronomo Daniele Gotto, i clienti possono ancora comprare la zucchina chiara piemontese con fiore (calibro 14-21) che, nella giornata di ieri, ha registrato un prezzo di vendita compreso tra 3 e 3,50 euro il chilo. La sua disponibilità è comunque in calo rispetto alla settimana precedente, a fronte dell'abbassamento delle temperature a medie di nove gradi centigradi nelle ore notturne e di 12-13 gradi durante il giorno.

Si conferma poi estremamente limitata la presenza di zucchine scure della Piana di Fondi, dell'Agro Pontino e di altri areali del Meridione. "Le quotazioni medie del prodotto lungo, lavorato a più strati, vanno dai 2,80 ai 3 euro il chilo. Abbiamo rilevato valori simili per lo zucchino spagnolo, di pezzatura 21+, anch'esso scarsamente presente".  


Daniele Gotto

"Nei prossimi giorni - evidenzia Gotto - la raccolta nel Sud Italia è prevista in leggera crescita, tempo permettendo, ma i prezzi dovrebbero rimanere mediamente elevati. La produzione piemontese, con la possibile neve attesa per lunedì prossimo, rischia ovviamente di azzerarsi".

Spostando l'attenzione sulle altre verdure, al Caat di Torino le
melanzane sia nere che violette sono evase a medie di 2,50 euro il chilo, i carciofi violetti senza spine a 40 centesimi. Per quanto riguarda gli agrumi, fortemente penalizzati dal maltempo, le arance Navel siciliane oscillano da 90 centesimi a 1,20 euro, mentre le clementine calabresi da 80 centesimi a un euro. Infine, i primi kiwi di origine italiana (varietà Green Light), con pezzatura 110-120 grammi, sono venduti a prezzi compresi tra 1,20 e 1,30 euro il chilo.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: