eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 19 ottobre 2018


Ortaggi, il sale in zucca di Fellini

Il mercato delle orticole è in confusione: le temperature sopra le medie stagionali fanno sovrapporre le produzioni del Nord e Sud Italia, ma anche negli stessi areali, dove varietà precoci e tardive devono essere raccolte insieme.
“E’ un problema che rileviamo per le lattughe, soprattutto, ma anche su altri ortaggi – dice a Italiafruit News Emile Fellini, responsabile commerciale della Fellini Patrizio di Gambettola (Forlì-Cesena) – Nell’ultima settimana, in particolare, la domanda si è fermata e i prezzi sono crollati”.

Nata nel 1982, l’azienda romagnola è specializzata nella produzione e commercializzazione di ortaggi di prima gamma e a foglia. Tra i suoi prodotti di punta ci sono lattughe, cicoria, bietole, cavolfiori, finocchi, pomodori, peperoni e altre specie. Nell’Azienda agricola 67#, di proprietà, Fellini produce lattughe, cavolfiori, sedani e finocchi.



“La nostra campagna cavolfiori è appena iniziata, ma c’è surplus di prodotto un po’ in tutta Europa. Vanno bene i colorati, più saporiti, che abbiamo introdotto quest’anno per diversificare l’offerta. Arancioni, viola, verdi e romanesco sono venduti sfusi o in flow-pack – continua Fellini - Con i finocchi, invece, siamo a pieno ritmo. Per questa campagna abbiamo programmato 1,6 milioni di piante che si vanno a sommare al prodotto delle aziende conferenti per un totale di 2-2,2 milioni. In Francia, poi, stiamo lavorando molto bene con il finocchio romagnolo di pezzatura media”.



Buona anche la produzione di sedano bianco e verde, che oggi rappresenta la vendita principale della I gamma evoluta dei Freschissimi. “La I gamma evoluta mantiene un suo mercato, più lineare, caratterizzato da meno alti e bassi – osserva l’imprenditore romagnolo - Merito del servizio dato al consumatore, che ormai si è abituato ad acquistare così. La cosa più importante, però, è avere programmi con la grande distribuzione. Intanto, perché si evitano vuoti e surplus di mercato, che le aziende non si possono permettere, e poi perché aiuta anche a fissare un prezzo stagionale”.



Per il prossimo futuro la Fellini Patrizio sta pensando alle produzioni sostenibili. Nel frattempo, per la festa di Halloween - ampiamente diffusa anche in Italia – l’azienda è tornata sugli scaffali della Gdo con le sue zucche ornamentali proposte nella pratica Fellybag, per l’occasione di colore nero. “Oltre alla zucca ogni rete, riutilizzabile per la spesa di tutti i giorni, contiene una candelina in omaggio e la nuova etichetta con le istruzioni d’uso”, conclude Emile Fellini.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: