eventi
FRUIT ATTRACTION 2020
Online
1-31 Ottobre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

venerdì 5 ottobre 2018


Tra fisico e virtuale la Gdo cerca una nuova dimensione

La notizia proveniente da Oltreoceano che Amazon sta lavorando alla creazione di un proprio marchio ha vivacizzato l’edizione 2018 del Consumer & Retail Summit di ieri a Milano, momento di confronto e di riflessione per gli operatori della distribuzione italiana organizzato da Mark Up. Digitalizzazione, multicanalità, integrazione tra negozio fisico e virtuale, ma anche chiusure domenicali: questi i principali temi analizzati. Il passaggio all’online è un processo irreversibile, ha spiegato Alessio Agostinelli, partner e managing director di The Boston Consulting Group; i protagonisti della distribuzione sono chiamati a integrare mobile e digitale in negozio espandendo la Mdd, sviluppando nuovi format. Come? Pensando all’animazione in negozio, ad esempio.

La digitalizzazione, ha affermato Claudio Gradara, consente un rapporto costante con il cliente e questo per il presidente di Federdistribuzione può essere un punto di forza fondamentale per gli store, tenendo conto che “l’online nel lungo termine non potrà mai competere con format fisici ben strutturati, capaci di personalizzare il servizio al cliente”. Interagire senza essere invasivi: questa la formula suggerita da Giorgio Santambrogio, amministratore delegato Gruppo VéGé e presidente Adm. Mentre Lidl Italia sta pensando all'ecommerce come servizio complementare e annuncia novità a breve in tal senso. Per Mario Maiocchi, ad di Leader Price Italia “non possiamo far altro che seguire i clienti: siamo tutti follower. E attenzione: non bisogna più valutare la redditività per singolo canale, ma nel loro insieme. Il rischio, altrimenti, è quello di compiere errori fatali”.


 
Sulle chiusure domenicali, i player di settore hanno le idee chiare: “Sono un servizio al cliente e molti chiedono di lavorare nei festivi per prendere di più", ha detto Luca Boselli, ad Finanza Lidl Italia. "Per noi la domenica è il secondo giorno di lavoro per importanza", ha spiegato Stéphane Coum di Carrefour Italia. Mentre Maura Latini, Dg di Coop Italia, si è detta “disponibile a ragionare su una regolamentazione che però deve riguardare anche il commercio online”. Diplomatico Carlo Mocci, di Amazon Prime Now: “Cerchiamo di stare fuori dal dibattito e di offrire il miglior servizio possibile in funzione del territorio e delle sue norme”.
Un passaggio anche su un altro tema caldo, quello delle aste a doppio ribasso: "Mai fatte", hanno voluto ribadire Santambrogio, per conto di Adm e Latini di Coop. 

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Gdo

Altri articoli che potrebbero interessarti: