eventi
CIBUS
Parma 
1-4 Settembre 2020  
MACFRUT 
Rimini
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 23 maggio 2018


Piemonte, accordo Agrion-Uncem per l'agricoltura montana

E' stato sottoscritto un importante accordo tra Agrion e Uncem Piemonte. Obiettivo: portare avanti ricerche, azioni e attività a sostegno dell'agricoltura nelle terre alte. Uncem da sempre è soggetto attivo nella tutela e salvaguardia dei comuni montani. Agrion, dal canto suo, ha tra i propri scopi quello di favorire e sostenere l'agricoltura in tutto il territorio regionale, con una particolare attenzione alla biodiversità e alla sostenibilità. Un accordo, dunque, che unisce due soggetti molto attivi nei rispettivi settori e che può portare risultati concreti e importanti a favore dell'agricoltura piemontese.

"Crediamo sia importantissimo mettere a disposizione degli enti e degli agricoltori delle Terre Alte ricerche e sperimentazioni che possano concretamente sostenere lo sviluppo dell'agricoltura in questi territori - commenta Marco Bussone, vice-presidente Uncem - L'esperienza maturata da Agrion in questi anni ci permetterà di avere dati, informazioni e attività già sperimentate e di poter dare un risvolto molto pragmatico a questo accordo. Crediamo che l'agricoltura sia fondamentale per le terre alte. Un'attività da sostenere, valorizzare, far crescere, che può di fatto sostenere lo sviluppo delle aree montane, evitando lo spopolamento e anche la perdita di produzioni di qualità".

"Siamo molto soddisfatti di questo accordo con Uncem - commenta il presidente di Agrion, Giacomo Ballari - Nei mesi scorsi abbiamo sancito la collaborazione con il Centro di Ricerca di Laimburg che, proprio nel settore dell'agricoltura di montagna, vanta una lunghissima esperienza. Ci hanno già dato la piena disponibilità a mettere a disposizione i lavori e le sperimentazioni da loro fatti in questi anni. Dunque potremo da subito dare un supporto operativo agli enti e agli agricoltori delle terre alte. Siamo certi che questi territori sapranno cogliere al meglio queste attività e utilizzeranno tutte le competenze di Agrion e del Centro Laimbourg per tradurre in sviluppo questa opportunità".

Fonte: Ufficio stampa Agrion


Altri articoli che potrebbero interessarti: