eventi
FRUITTRADE
Santiago (Cile)
3-4 Ottobre 2018
PMA FRESH SUMMIT
Orlando (Usa)
18-20 Ottobre 2018
INTERPOMA
Bolzano
15-17 Novembre 2018 
FRUIT ATTRACTION
Madrid (Spagna)
23-25 Ottobre 2018
EIMA INTERNATIONAL
Bologna
7-11 Novembre 2018
SPECIALE FRUTTA&VERDURA 2018
Milano
30 Novembre 2018

leggi tutto

lunedì 16 aprile 2018


Lattughe: «Prezzi in salita per il vuoto di produzione»

Per le lattughe fresche della Piana di Fondi, la campagna commerciale si è messa nella giusta careggiata. Ma la ragione principale, come spiega Romano Pecchia, coordinatore dell'Aop Csc Lazio, è da imputare alla carenza di prodotto da altre aree d'Italia, dettata dall'andamento climatico altalenante degli ultimi mesi.

"Le richieste e i prezzi pagati dalle piattaforme distributive per le nostre insalate, caratterizzate da una qualità ottima, sono adeguati alla limitata disponibilità nel mercato italiano e alle condizioni climatiche del momento" evidenzia Pecchia.

"Da qualche settimana, e in particolare da inizio aprile, registriamo una domanda soddisfacente per le lattughe Romana e Trocadero, i cui prezzi sono aumentati in maniera significativa nella settimana di Pasqua. Oggi (venerdì per chi legge, ndr) con queste varietà riusciamo a spuntare 1,20-1,30 euro il chilo. Un valore che possiamo considerare decente. Il mercato della Gentilina rimane purtroppo ancora fermo".

A partire da maggio, la Csc Lazio comincerà la coltivazione delle insalate in campo aperto nella Piana di Fondi. "L'intenzione - sottolinea Pecchia - è quella di continuare a produrle per tutta l'estate, senza mai fermarci. Le lattughe sono il secondo articolo più importante per la nostra realtà, dopo il pomodoro. Venti giorni fa, tra l'altro, abbiamo iniziato i primi stacchi di cetrioli. Il prezzo medio, anche in questo caso, è soddisfacente: circa 1,10 euro il chilo".

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: