eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019

leggi tutto

giovedì 5 aprile 2018


Cina-Ue, boom in vista per il traffico container su rotaia

Entro il 2020 il traffico di container su rotaia tra Cina e Unione Europea crescerà in modo esponenziale: a dirlo, con tanto di numeri, è un'analisi del Centre for Integration Studies dell'Eurasian Development Bank (Edb), istituzione finanziaria internazionale che ha tra gli Stati associati Armenia, Bielorussia, Kazakhstan, Kirghizistan, Russia e Tagikistan. Nel periodo 2010-2017 il volume annuo di trasporti ferroviari di container tra Cina ed Ue è cresciuto da 5.600 a quasi 164mila Teu mentre in direzione opposta si è registrato un progresso da 1.300 ad oltre 98mila teu per un totale di 262mila teu. Una crescita rilevante che potrebbe essere destinata a registrare un’impennata nel giro di due anni, con un volume di traffico Cina-Ue-Cina stimato in circa 500mila teu. Quasi il doppio.

Il rapporto specifica che l'incremento è stato generato principalmente dal programma cinese Silk Road Economic Belt, piano di sviluppo dei collegamenti via terra nell'ambito dell'iniziativa strategica della “Nuova via della seta” avviata dal governo di Pechino con sovvenzioni per promuovere i trasporti ferroviari. In particolare - spiega l'analisi - l'azzeramento delle tariffe ferroviarie per il trasporto dei container sul territorio cinese ha indotto gli esportatori a trasferire ingenti quantitativi di merci dal trasporto marittimo a quello ferroviario.

Le spedizioni ferroviarie offrono una serie di vantaggi non direttamente legati ai costi come riduzione dei tempi di trasporto e di consegna e maggiore puntualità di altri vettori. Ecco allora che il numero di spedizioni settimanali di container potrebbe triplicarsi entro il 2020, salendo a un centinaio la settimana. A patto che gli incentivi cinesi rimangano. In uno scenario ottimistico, il volume annuo di traffico ferroviario containerizzato sull'asse Cina-Europa-Cina potrebbe crescere nel lungo termine fino a due milioni di teu, anche se permarrebbe l'attuale divario (2 contro 1) tra i flussi di traffico est-ovest (1,3 milioni di teu) e quelli nella direzione opposta. 

A fine marzo intanto la compagnia di trasporto ferroviario merci del Gruppo Fs ha firmato un memorandum d'intesa con United Transport and Logistics Company per i traffici con l'Estremo Oriente: l'accordo tra Mercitalia Rail e Utlc è la base per sviluppare il trasporto ferroviario di container tra Europa e Cina, attraverso Kazakistan, Russia e Bielorussia, usando la linea ferroviaria tra Dostyk/Altynkol e Brest/Kaliningrad. In questo servizio, Mercitalia Rail gestirà il servizio ferroviario all'interno dell'Unione Europea, fornendo priorità ai flussi da e per l'Italia.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: