eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 4 aprile 2018


Verso uno standard di gestione sostenibile e certificabile

I ministeri dell'Ambiente e delle Politiche agricole hanno siglato un programma di lavoro comune per armonizzare e integrare lo Standard di qualità nazionale sulla produzione integrata (Sqnpi) e il protocollo Viva, dedicato alla sostenibilità in vitivinicoltura.
L’obiettivo è la definizione di uno standard di gestione sostenibile, misurabile e certificabile nell'ambito dei sistemi di qualità, che faccia da riferimento univoco per le produzioni italiane. Oltre che da biglietto da visita per le produzioni Made in Italy sul mercato internazionale.

In quest’ottica la mattina del 6 aprile all'Università Cattolica Sacro Cuore di Piacenza si terrà il convegno “Produzione integrata e sostenibilità. Sqnpi e Viva un approccio coordinato” (clicca qui per vedere il programma) durante il quale - in presenza di Giuseppe Blasi, capo dipartimento Politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale del Mipaaf, e di altri dirigenti dei ministeri interessati - saranno presentati i risultati e lo stato di avanzamento dell'integrazione degli standard.

“Ogni anno ci ritroviamo all’Università Cattolica per parlare di produzione integrata, strumento indispensabile per un’agricoltura sostenibile e di qualità - spiega a Italiafruit News Fabrizio Piva, amministratore delegato di Ccpb - Con l’aiuto del ministero della Politiche agricole, di quello dell’Ambiente e della Regione Emilia-Romagna, scopriremo quali sono le strategie nazionali per il Sistema di qualità sulla produzione integrata e il protocollo Viva sulla viticoltura”.

In futuro si pensa di coinvolgere anche altri comparti agricoli, contribuendo così a ridurre l'impatto sull’ambiente e sulla salute e, allo stesso tempo, a garantire un approccio sostenibile che valorizzi le produzioni nazionali, le quali da più di 30 anni usano modelli produttivi ispirati alla produzione integrata.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: