eventi
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 14 marzo 2018


«Brand e origine fondamentali nei Pdv del Far East»

Brand e Paese d’origine: per vendere in modo soddisfacente, nel Far East, servono “nome e cognome”, è indispensabile distinguersi. Altrimenti si finisce nel “calderone”. Augusto Renella, responsabile marketing di Naturitalia, spiega così l’impegno della business unit di Apo Conerpo per valorizzare e dare visibilità al Made in Italy in Cina, Hong Kong, Singapore, Corea e negli altri principali mercati dell’Estremo Oriente.

“Mentre in Italia e in Europa si punta molto sulla marca del distributore - spiega Renella - nei Paesi emergenti e in Asia c’è grande interesse per l’origine del prodotto e per la griffe del produttore, interesse declinato anche in iniziative specifiche, come la Settimana dell’Italia, che mettono in vetrina i prodotti del nostro Paese. I prodotti in grado di assicurare una presenza continuativa a scaffale con un brand riconosciuto sono i più avvantaggiati”. 



“Una tendenza consolidata e un filone che stiamo seguendo - prosegue l’esponente di Naturitalia - anche se al momento non sono molti i prodotti su cui abbiamo la possibilità di spingere: è il caso del kiwi Jingold, nostra punta di diamante, della mela club Crimson Snow, in virtù della collaborazione con Sanifrutta, delle pere di Opera”.


Nelle foto, promozioni di Jingold e Opera in punti vendita di Cina e Hong Kong

Il prodotto destinato alle catene distributive del Far East viene stoccato e "riconfezionato" avvalendosi del supporto di service provider locali: “E’ uno standard diffuso - sottolinea Renella - e consente da un lato di intercettare al meglio le esigenze dei consumatori locali, dall’altro di controllare la qualità dopo il lungo viaggio”. Qualità che però, senza brand, non basta.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: