eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 14 dicembre 2017


Imballaggi per ortofrutta, operazione antimafia in Sicilia

La Guardia di finanza di Catania ha arrestato otto persone per associazione mafiosa finalizzata all'acquisizione di posizioni dominanti nel settore economico della realizzazione di imballaggi destinati alle produzioni ortofrutticole di Vittoria (Ragusa), intestazione fittizia di imprese e traffico illecito di rifiuti. Le fiamme gialle, come scrive il quotidiano La Sicilia, hanno eseguito un'ordinanza del Gip, emessa su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Catania, che dispone anche il sequestro di sei compendi aziendali intestati a presunti prestanome nel tentativo di eludere l'applicazione di misure di prevenzione patrimoniali. Il valore complessivo delle imprese sequestrate è stimato in circa 15 milioni di euro.

Alcuni degli indagati destinatari della misura della custodia in carcere sono stati riconosciuti dal gip quali appartenenti all’associazione di stampo mafioso denominata “Stidda”, storicamente riferibile al clan Dominante Carbonaro.

Le indagini, svolte dal Gico del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Catania, coordinate e dirette dalla Dda di Catania, hanno preso spunto da una segnalazione proveniente dalla Direzione Nazionale Antimafia, relativa ad un esposto presentato dal direttore del Consorzio nazionale per il riciclaggio dei rifiuti e dei beni a base di polietilene, nel quale veniva denunciata un’illegale raccolta e lavorazione di rifiuti plastici.

Secondo quanto emerge dalle indagini, le aziende poste sotto sequestro, divenute leader nel settore della produzione degli imballaggi per prodotti ortofrutticoli grazie alla riconosciuta appartenenza dei loro titolari all’organizzazione mafiosa, hanno estromesso le aziende concorrenti che non si piegavano alle condizioni imposte, assumendo in tal modo il controllo dell’intera filiera commerciale. Tale modo di agire è stato messo in luce anche da diversi collaboratori di giustizia.

Fonte: La Sicilia


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: